9.9 C
Foggia
30 Novembre 2022
Foggia Calcio

Altro KO, altri tre gol subiti. Il Foggia Calcio perde con il Picerno

Secondo tonfo consecutivo del Foggia Calcio che dopo il K.O. Interno con il Latina (1-3) perde anche in casa del Picerno. Il 3-0 finale non lascia scampo alla squadra di Boscaglia, troppo frenetica e poco lucida in attacco dove i tiri in porta arrivano col contagocce. Il palo di Vuthaj, il terzo in due partite, è una magra consolazione, assieme all’occasione di Peralta nel primo tempo e al colpo di testa di Ogunseye, messo in angolo dal portiere, nella ripresa. Se il Foggia fa poco il Picerno fa ancora meno, ma ha la bravura di capitalizzare gli unici tre tiri in porta della partita. Un contropiede, un rigore e una punizione, per la precisione.

FORMAZIONE – Boscaglia stravolge la linea difensiva. Del match con il Latina rimane il solo Malomo. A far coppia con lui c’è Sciacca, preferito a Di Pasquale, con Leo e Costa sugli esterni che rilevano rispettivamente Garattoni e Nicolao. A centrocampo Petermann rileva Odjer, mentre in attacco Vuthaj è titolare, Ogunseye si accomoda in panchina.

PRIMO TEMPO – Il match, giocato sotto i riflettori della Rai, denota subito grande ritmo e capovolgimenti di fronte. Il Foggia manovra e rumina gioco, il Picerno è cattivo e lotta su ogni pallone sperando nel contropiede vincente. Al 2′ Golfo ruba un pallone in orizzontale giocato davanti alla difesa dal Foggia, punta Leo, lo salta e calcia, ma Nobile para. Al 3′ il Foggia va a un passo dal gol: Garcia sbaglia il retropassaggio, corto e impreciso, Vuthaj si inserisce, serve Peralta in corsa verso la porta, che controlla e tira ma De Franco di testa toglie dalla rete quello che sembrava un gol già fatto. Al 15′, su un angolo a favore, Costa è strepitoso nell’intervenire su Kouda, pronto a calciare a rete. Lo recupera e lo mura in angolo poco prima del tiro. Al 17′ Schenetti si propone sulla destra, riceve palla, arriva sul fondo e mette al centro un radente sul primo palo che Vuthaj non riesce per poco a deviare verso la porta. Al 23′, nel momento migliore, il Foggia subisce il gol: palla imbucata alle spalle della difesa, Reginaldo entra in area e arriva al tiro, superando il portiere. Poi solo idee confuse fino all’intervallo.

SECONDO TEMPO – In apertura di ripresa il Foggia capitola. Reginaldo calcia dal limite dell’area piccola, Malomo scivola e tocca con la mano la palla. L’arbitro vede il rigore, che Esposito trasforma. Al 56′ Boscaglia cambia e inserisce un altro attaccante, Ogunseye, al posto di D’Ursi. Il modulo diventa un 4-3-1-2. Al 58′ è proprio Ogunseye a girare debolmente di testa un cross dalla trequarti di Costa ma il portiere para. Al 61′ un lancio lungo per Vuthaj trova l’attaccante pronto al tiro ma è il palo a fermare l’attaccante. Il Foggia è comunque k.o. sul piano emotivo e di palloni giocabili in attacco ne arrivano pochi. Serve una scossa. Al 73′ Petermann prova a darla con un tiro dalla distanza ma la mira è alta. Petermann ci prova anche su punizione dal limite ma la palla esce di poco. All’ 82′ il Foggia grida al gol con un colpo di testa ravvicinato di Ogunseye, che il portiere di istinto mette in angolo. Dal possibile sussulto di orgoglio alla beffa, il passo, manco a dirlo, è breve. Pitarresi calcia una punizione maligna sul primo palo. Un rasoterra che aggira la barriera e trova ampiamente impreparato Nobile. Nel recupero Ogunseye si vede negare il gol della bandiera da Crespi. Sei gol subiti in due partite. Tre a zero, tutti a casa.

TABELLINO

AZ PICERNO – FOGGIA 3-0
MARCATORI – 23′ Reginaldo (P), 52′ Esposito rig. (P), 90′ Pitarresi (P)

AZ PICERNO (4-3-3) – Crespi; Novella, De Franco, Garcia, Guerra; Kouda, Dettori (69′ De Ciancio), Pitarresi; Esposito (71′ De Cristofaro), Reginaldo (69′ Gerardi), Golfo (87′ Liurni). A disp.: Albertazzi, Finizio, Allegretto, D’Angelo, Santarcangelo, Pagliai, Monti, Orsi, De Ciancio, Montesano. All.: Emilio Longo
FOGGIA (4-3-2-1) – Nobile; Leo (70′ Garattoni), Malomo, Sciacca, Costa (70′ Nicolao); Petermann, Di Noia (88′ Tonin); Peralta, Schenetti, D’Ursi (56′ Ogunseye); Vuthaj. A disp.: Dalmasso, Di Pasquale, Chierico, Papazov, Frigerio, Peschetola, Iacoponi, Odjer. All.: Roberto Boscaglia
ARBITRO – Antonio Costanza di Agrigento
1° ASSISTENTE – Francesco Valenti di Roma 2
2° ASSISTENTE – Mattia Bartolomucci di Ciampino
4° UFFICIALE – Luigi Catanoso di Reggio Calabria
AMMONITI – 23′ Schenetti (F) per proteste, 25′ De Franco (P) per gioco falloso, 57′ Garcia (P) per gioco falloso, 64′ Dettori (P) per gioco falloso, Malomo (F) per gioco falloso
ESPULSI
ANGOLI – 3-6
RECUPERO – 1′ p.t./ 5’p.t.
SPETTATORI
NOTE

Potrebbero interessarti:

Foggia Calcio, Corda: “Male nel primo tempo ma questo tipo di partite di solito si perdono”

Domenico Carella

IL MATTINO DI PADOVA – Cittadella, Schenetti: “Con il Foggia partita determinante”

La Redazione

Foggia Calcio. Nella notte affisso striscione pro-Sannella

Domenico Carella