31 C
Foggia
25 Maggio 2022
Foggia Calcio

Foggia Calcio, esordio amaro. Il Fasano gioca e vince

Fogg[dropcap color=”#” bgcolor=”#” sradius=”0″]A[/dropcap]ia Calcio, esordio amaro. Il Fasano gioca e vince

[dropcap color=”#” bgcolor=”#” sradius=”0″]A[/dropcap]maro esordio per il Foggia Calcio. La prima del campionato di Serie D coincide con una sconfitta contro il Fasano. Al Curlo i rossoneri arrivano al tiro una sola volta. I biancoazzurri invece hanno una corsia preferenziale a sinistra da dove piovono cross bassi che mandano in difficoltà la difesa.

PRIMO TEMPO – Nel primo tempo il Foggia non brilla. Il Fasano ha maggiore furore agonistico e campo per attaccare. Difende con ordine e cerca di pungere sulla corsia di sinistra con la velocità di Gomes Forbes. La prima occasione dei fasanesi arriva al quarto d’ora. Ganci prova a calciare da fuori area, Fumagalli ci mette le mani e respinge. Al 20′ Cadili deve murare Diaz, bravo a girarsi e calciare da distanza ravvicinata su assist basso da sinistra del solito Gomes Forbes. Quest’ultimo al 28′ affonda a sinistra, entra in area e scarica il sinistra, Fumagalli respinge e Diaz non arriva al tap in. Sulla prosecuzione Ganci arriva al tiro ma Fumagalli para. L’unico sussulto del Foggia arriva al 41′, con un destro di Loschiavo parato senza problemi dal portiere.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa Mancini modifica l’undici di base. Entrano Cittadino e Viscomi, al posto di Gemmi e Cadili. La musica non cambia, anzi, al 53′ il Fasano va in gol con un piatto destro di El Kabbou ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Al 57′ Mancini cambia di nuovo. Esce Loschiavo, esterno di centrocampo, ed entra Cannas, attaccante. Al 61′ ancora Fasano pericoloso. Cross da sinistra e contatto in area con Dias che protesta per un presunto rigore. Azione fotocopia al 64′: cross rasoterra da sinistra, sinistro di Gonzalez e palla di poco alta. Più di un rigore in movimento per i brindisini. Mancini cambia ancora. Fuori Russo, un attaccante, dentro Maccarrone, un difensore. Poi Kadi al posto di Salvi. Al 75′ Diop dalla corsia di sinistra calcia con potenza a reta, ma Fumagalli ci mette i pugni e respinge. Il vantaggio del Fasano arriva al 76′. Un’azione in verticale al centro dell’area di rigore dove Corvino d’inserisce nello spazio tra i centrali per poi beffare Fumagali con un preciso rasoterra. All’84’ il Fasano colpisce anche la base della traversa con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio di punizione. Due minuti più tardi il Foggia si mangia le mani per un tiro di Viscomi dal limite dell’area piccola. Tutto solo davanti al portiere manda la palla alta sulla traversa.

Potrebbero interessarti:

Da Bari: Rada, inconsistenti le offerte, il calciatore raggiunge il ritiro biancorosso

Domenico Carella

Oggi allenamento ad Amendola

La Redazione

Foggia Calcio, Mancini: “Complimenti a squadra e tifosi, ma bisogna lavorare…”

Domenico Carella