27 C
Foggia
18 Maggio 2022
Foggia Calcio

Le PAGELLE di GIANPAOLO LIMARDI – Destino beffardo per Leali, Greco sufficiente. Per il resto è un naufragio sull’isola che non c’è!

NOME VOTO GIUDIZIO
LEALI 6.5 Il destino “infame” di un portiere che merita 8 perché regge da solo la baracca ma che s’incarta sulla palla del ko
LOIACONO 5.5 Sa di non poter strafare e non lo fa. Sbrigativo e poco pulito in uscita, s’impegna ma più di questo non può dare
MARTINELLI 4.5 Tornava al centro della difesa ed ha sbagliato tanto, troppo. Sanguinoso il “gigioneggiare” con Piccolo nel primo tempo
RANIERI 5 Anche il talento della difesa rossonera è andato in tilt. Non errori decisivi, ma una prestazione lacunosa e “spuria”
GERBO 4.5 Pomeriggio grigio per Alberto. Fumoso avanti e distratto (è lui che tiene in gioco Arini sull’azione del gol) dietro
BUSELLATO 5 Mulina gambe ed elettricità in quantità coerente con le sue abitudini, ma il risultato che ne esce è davvero modesto
GRECO 6 L’unico degli uomini di movimento a meritare la sufficienza. Prova a tamponare e a dare ordine. Ma predica nel deserto
CICERELLI 5.5 Con il Livorno era stato l’uomo in più. Con la Cremonese si è rivisto in versione “light”, da “pesce fuor d’acqua”
KRAGL 5.5 La sua punizione nel 2° tempo è stato l’unico vero acuto del Foggia in 90 poverissimi minuti. Per il resto è stato latitante
MAZZEO 5 Ci ha provato all’inizio da fermo. Poi è scomparso dal campo, graziato dal fuorigioco sull’errore davanti ad Agazzi
MATARESE 5 Un paio di partenze in dribbling promettenti in avvio, poi si è iscritto anche lui all’affollato partito di “Chi l’ha visto”
IEMMELLO 5.5 Doveva far salire la squadra per farla respirare nel momento di massima pressione della Cremonese. Missione fallita
BOLDOR SV Entrato per Cicerelli, si è buttato nella contesa senza dare un gran contributo. Resta però non giudicabile.
CHIARETTI SV Gettato nella mischia per disperazione dopo la rete di Arini, forse non ha toccato nemmeno il pallone
GRASSADONIA 5 Ci aspettavamo molto di più dai suoi. Nessun tiro in porta, uno sterile predominio per 30’ minuti. E dopo, il nulla…

 

 

Potrebbero interessarti:

Sciannamè: “Che bello fare gol, non segnavo dal…”

Domenico Carella

Doppia seduta di allenamento

La Redazione

Akragas, oggi amichevole per prepararsi al Foggia Calcio

La Redazione