15 C
Foggia
15 Aprile 2024
Foggia Calcio

Foggia Calcio, Grassadonia: «E’ stata la vittoria del gruppo. Corti, cattivi e concentrati»

Foggia Calcio, Grassadonia: «E’ stata la vittoria del gruppo. Corti, cattivi e concentrati»

[dropcap color=”#” bgcolor=”#” sradius=”0″]I[/dropcap]l tecnico del Foggia Calcio Gianluca Grassadonia ha commentato, al termine della partita, la vittoria contro il Carpi: «E’ stata la vittoria del gruppo. Sapevamo da ieri che Zambelli e Rizzo non sarebbero stati della gara. Ho detto alla squadra che dovevamo trovare le strade e non le scuse. Sarebbe stato semplice lamentarsi. Questa partita dev’essere un punto di partenza. Siamo stati cattivi, concentrati. Mi dispiace per i gol presi ma forse è meglio così. Almeno ritorniamo sulla terra. La squadra ha concesso poco, è stata corta. All’inizio siamo andati in ritardo su alcune scalate perché l’avevamo preparata sul loro 4-4-2 ma nella ripresa ci siamo messi a posto. Il mio allontanamento? Faccio mea culpa ma quel cambio andava fatto prima. Mi dispiace che Gori non abbia fatto gol, ha fatto una grande partita come Chiaretti ma non è importante chi segna, è importante segnare. Oggi il modulo è stato un 3-5-1-1 ma dobbiamo migliorare alcune situazioni che abbiamo espresso a tratti e che quando miglioreremo saremo più ficcanti. Ho detto ai ragazzi che abbiamo la fortuna di lavorare in una piazza che ti fa volare ma allo stesso tempo ho detto che abbiamo una classifica che assolutamente va migliorata. Arriveranno i momenti difficili e dobbiamo rimanere compatti. E’ stato importante partire così, con una vittoria di questo tipo. Non eravamo partiti bene in Coppa Italia e c’erano stati piccoli segnali di crescita nelle amichevoli. Mi è piaciuta la voglia e la determinazione della squadra. Per Tonucci un affaticamento, una botta, penso che alla ripresa sarà in buone condizioni»

Potrebbero interessarti:

Foggia Calcio, l’importanza di essere testa di serie nei play off

Domenico Carella

Il Foggia su Calil, ma…

Domenico Carella

Le Pagelle: Leali para il parabile. Matarese, che esordio ma i cambi incidono sul match

Domenico Carella