2.9 C
Foggia
23 Gennaio 2022
Foggia Calcio

Foggia Calcio, ecco Calderini, l’uomo delle remuntade contro i rossoneri

Foggia Calcio, ecco Calderini, l’uomo delle remuntade contro i rossoneri

[dropcap color=”#” bgcolor=”#” sradius=”0″]I[/dropcap]l Foggia Calcio tessera uno dei suoi peggiori nemici, l’uomo delle ‘remuntade’. Come è avvenuto lo scorso anno con Fabio Mazzeo, autore di 5 gol (molti dei quali decisivi) contro i rossoneri, arriva l’ufficialità dell’ingaggio di Elio Calderini, esterno offensivo di piede destro (quindi utilizzabile a sinistra nel tridente offensivo), prelevato con un contratto biennale, più opzione per il terzo, dal Fondi. Alla stregua di Mazzeo, Calderini ha avuto nel Foggia uno dei suoi bersagli preferiti. Dei 53 gol segnati tra i professionisti con le maglie di Fondi, Catania, Cosenza, Aprilia, Sangiovannese e Foligno, tre sono state segnate ai rossoneri (è la squadra più perforata nella carriera del calciatore di Città di Castello), in un totale di sei partite disputate contro i rossoneri. A queste si aggiungono anche tre assist per reti realizzate da suoi compagni di squadra.

Tutte in remuntada. Tutte pesantissime. Due gol nel 2014-2015, nella gara Cosenza – Foggia 2-2. Al doppio vantaggio rossonero (ricordate l’esultanza con il volo dell’aquila di Iemmello?) seguì l’espulsione di Quinto (nata proprio da un contrasto con Calderini) e la rimonta cosentina firmata dall’estroso attaccante umbro. Calderini è andato in gol anche nella passata stagione, nel match Foggia – Fondi 2-3, quello della contestazione durissima della piazza. Protagonista ancora una volta una rimonta. Dal 2-0 al 3-2 per la rabbia e la delusione dello Zaccheria che per qualche istante ha visto allontanarsi il sogno promozione. Sogno ripreso con il tempo e trasformato in realtà il 23 aprile 2017, quando proprio a Fondi, proprio contro Calderini, i rossoneri festeggiarono ufficialmente il ritorno in Serie B dopo 19 anni di assenza. Elio non segnò alcun gol, ma anche in quell’occasione fu remuntada, dal 2-0 al 2-2, ma nessun tifoso la ricorda. Il punto bastava per far scattare la festa.

Potrebbero interessarti:

Foggia, mister De Zerbi piace all’Avellino

La Redazione

Foggia – Lecce, i precedenti

La Redazione

Coppa Italia, Foggia – Nardò al sig. Gregoris di Pescara

Domenico Carella