15.9 C
Foggia
19 Maggio 2022
Foggia Calcio

Di Bari e il suo Foggia Calcio: “Sono ancora un direttore sportivo alle prime armi…..”

Zemanlandia ha segnato la sua svolta come calciatore collezionando molte presenze in Serie A e B. E’ cresciuto al fianco di Zeman per poi appendere le scarpette al chiodo ed iniziare la sua esperienza come direttore sportivo ma Giuseppe Di Bari spiega, a Gianlucadimarzio.com, all’inizio aveva altre idee per il suo futuro: “All’inizio avevo in mente di fare l’agente di calciatori perché inizialmente era un aspetto che mi aveva entusiasmato.

Ho cominciato nella stagione 2008/09, facendo il consulente di mercato per il Sorrento. E’stata un’esperienza positiva, anche perché abbiamo messo in bacheca la Coppa Italia di Lega Pro: posso dirne di averne vinte ben due.

L’anno scorso, durante la finale di Coppa Italia Lega Pro, ho visto la partita e ho pensato a quanto siano importanti certi tipi di tifoserie e certi stadi. Lo Zac aiuta tanto, è come se desse una marcia in più. Il Foggia praticamente gioca in 12, questo stadio ti trasporta, è favoloso.

Siamo primi in classifica ma cerco di mantenere un profilo piuttosto basso. E’ nella mia natura non esaltarmi quando le cose vanno bene e non deprimermi quando vanno male. Sono contento del gruppo, sono contento per la società, ma non si è ancora fatto niente, è ancora tutta da conquistare questa Serie B.

All’inizio c’era scetticismo su Stroppa ma sono felice per lui, è un allenatore competente, valido, preparato e molto serio. Una persona veramente umile.

C’è una grande sinergia tra me e Beppe Colucci perché è foggiano e conosce bene l’ambiente. Volevamo un’altra persona che portasse altra “foggianità” in squadra, considerati i feeling con la famiglia Sannella e la famiglia Curci. E’stato un ingresso importante, una persona di grandi valori.

Sono ancora alle prime armi, sto tentando di fare il direttore sportivo. Lo faccio seriamente da 3/4 anni, quindi ho ancora tanto da imparare. Siamo contenti per il mercato invernale e i risultati ci stanno ripagando. Deli e Di Piazza, come gli altri acquisti, sono state operazioni importanti. Sai, quando chiama il Foggia è difficile che un calciatore non voglia venire a giocare qui. A volte ci possono essere intoppi con le società, semplicemente perché non è facile sbloccare le trattative, ma i calciatori sono sempre disposti a venire qui.

Non me lo aspettavo questo calo da parte loro, sono sincero. Ma ci daranno filo da torcere come tutte le altre squadre.

Siamo molto amici, lo sento spesso, il Lecce è un osso duro, sarà tosta”.

Potrebbero interessarti:

TMW – L’ex Foggia Fedato: “Se i rossoneri si fossero salvati…”

Domenico Carella

Lega Pro/Girone C. Risultati e classifica aggiornata (7° giornata)

La Redazione

PEDULLA’ – Foggia Calcio, accordo con il Frosinone per un attaccante

La Redazione