12.1 C
Foggia
1 Marzo 2024
Blog Una buona parola per tutti

La buona parola della settimana…

Torna l’appuntamento con La buona parola di Guido Cavaliere, il blog ironico che riserva sempre una carezza e un buffetto ai protagonisti dell’ultimo weekend del calcio italiano. Da leggere solo con gli occhi dell’ironia

[dropcap color=”#” bgcolor=”#” sradius=”0″]I[/dropcap]l 15 agosto a Foggia potremmo “nominarlo” scherzosamente come il giorno della liberazione in casa rossonera. Si è passati da un calcio bello ma a volte presuntuoso ad un calcio più pragmatico. Tutto questo è di vitale importanza in un campionato come quello di Lega Pro, soprattutto nel girone meridionale. Abbiamo visto tutti come è stato complicato giocare sul campo di patate di Siracusa e non sarà facile nemmeno a Pagani e Francavilla. Questo Foggia però è sulla strada buona. Importante è stato l’innesto di Fabio Mazzeo, che forse non apporterà al Foggia lo stesso numero di reti di Iemmello, ma di certo porterà al Foggia più punti, in termini di classifica finale. Non è però tutto rosa e fiori, in virtù del fatto che ci sono ancora degli automatismi da registrare. Le noti dolenti infatti vengono soprattutto dal reparto difensivo. Cominciamo da Guarna, che ha commesso qualche errore ad inizio stagione e dalla collocazione di Angelo, devastante in attacco ma talvolta in difficoltà in fase di copertura nel ruolo di terzino. Non ci resta che sperare in un buon mediano che vada a coprire le sue falle difensive in occasione dei contropiede avversari.

Per quanto riguarda le rivali del Foggia, ad un prima disamina del campionato dopo due giornate, possiamo dire che si profila una corsa a tre per la vittoria finale del campionato. Insieme ai dauni le pretendenti alla promozione diretta saranno Lecce e Matera. Ovviamente l’ex “vate del Sannio”, tramutatosi in “Uomo del Sasso”, proverà a giocare l’ennesimo brutto scherzo al Foggia, però questa volta Mazzeo non è dalla sua parte e forse il buon Gaetano si starà mangiando i gomiti.

In bocca al lupo al “Vate di Brescia”, che inizia la sua avventura nella massima serie sulla panchina rovente del Palermo di Zamparini. Non sarà facile entrare in uno spogliatoio come quello di Palermo, ma il suo carattere forte potrà favorirlo… e al contempo metterlo in difficoltà.

Buona parola a tutti
GUIDO CAVALIERE

Potrebbero interessarti:

Un po’ di Foggia in Champions League: la finale la racconta Dario

Domenico Carella

On the road con Foggiasport24.com – Carmine Troisi

Domenico Carella

Pirazzini: “Non era facile partire con una vittoria, rimandiamo i giudizi”

Domenico Carella