26.9 C
Foggia
17 Agosto 2022
Foggia Calcio

Campagna abbonamenti. Fares: “Quasi fatta per Agazzi, obiettivo B. Prezzi alti…?”

Questo pomeriggio, presso la sala Antonio Fesce dello stadio Pino Zaccheria, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della campagna abbonamenti 2016-2017 del Foggia Calcio per il prossimo campionato di Lega Pro. Lo slogan è Prendi posto nell’inferno rossonero e raffigura lo Zaccheria come un pezzo di inferno, ergersi tra le fiamme.

Questi i prezzi:
150 euro Curve
200 euro Tribuna Est
230 euro Tribuna Ovest Inferiore
300 euro Tribuna Ovest Superiore
400 euro Tribuna Ovest Sup. Centrale
750 euro Tribuna Ovest Centralissima

Zingarelli: «Per il lancio della campagna abbonamenti abbiamo voluto puntare sul nostro stadio ammirato da tutti nella passata stagione. Chi è venuto a giocare allo Zaccheria oppure chi è venuto a vedere una partita ha commentato di sentirsi all’inferno. La realizzazione della campagna è di Enzo Palma di Sinkronia. L’ingresso gratuito sarà riservato a chi avrà meno di sei anni per disposizioni della Lega. Invalidi (100%) con accompagnatore avrà accesso gratuito fino a un massimo di 40 posti a partita. Over 65, Donne e Under 16 avranno il 20% di sconto. Stesso sconto per il “Pacchetto famiglia” di minimo tre persone. La campagna abbonamenti parte domani e aprirà per tutti, vecchi e nuovi abbonati. Il diritto di prelazione varrà fino al 19 luglio, cioè per una settimana. I primi 500 abbonati (primi 100 delle due curve, 100 tribuna est, 75 per i quattro settori di Tribuna Ovest) avranno diritto a una card gratuita per vedere tutte le trasferte del Foggia su Lega Pro Channel».

Fares e la B: «Serve fiducia. Questi ragazzi lo meritano per quanto fatto vedere l’anno scorso a parte la parentesi finale. Il calcio ovviamente non è una scienza esatta e dunque c’è il rischio di non raggiungere l’obiettivo prefissato. Questa società all’importantissimo investimento fatto l’anno scorso farà seguito con un altrettanto importante investimento in questa stagione. L’obiettivo è vincere il campionato e raggiungere la Serie B. Aver mantenuto il gruppo dei calciatori storico è importante, a parte le preventivabili partenze di Iemmello e Di Chiara (perché non di nostra proprietà). Sarà una squadra fortemente competitiva e non inferiore a quella dell’anno scorso. Tutti sapete dell’acquisizione di Martinelli ma in questi minuti siamo alla stretta finale per Agazzi proveniente dall’Atalanta ma l’anno scorso al Catania. Per quanto riguarda la campagna abbonamenti cci aspettiamo una risposta importante dalla città, proprio in termini di numeri».

Fares e lo Zac “comodo”: «Dall’anno prossimo si tornerà a parlare di Serie C e si dovrà pagare il 15% degli incassi (biglietti/abbonamenti) alla società ospite. Con l’aiuto degli steward garantiremo in maniera efficiente e comoda la presenza dei tifosi allo stadio, soprattutto alla luce delle lamentele della passata stagione circa l’occupazione dei posti assegnati da abbonamenti. Stiamo inoltre provvedendo a ripulire tutti i vetri dello stadio per rendere perfettamente visibile il gioco in campo da qualsiasi punto dello stadio. Stiamo anche sostituendo quelli rotti».

Fares e i prezzi aumentati: «La società ha compiuto uno sforzo enorme l’anno scorso con un budget da Serie B. Lo stesso quest’anno, non si è tirata indietro. Ci sono delle norme che ci penalizzano come quella della cessione del 15% degli incassi. Abbiamo ritenuto aumentare sensibilmente i prezzi della Tribuna rispetto ai settori popolari dove l’aumento è stato minimo. Ripercussioni in termini di numero abbonati? Anche l’anno scorso ci aspettavamo un numero di abbonamenti superiore. Abbiamo confermato lo staff tecnico, la grande maggioranza della rosa e ci apprestiamo ad allestire una rosa all’altezza della situazione e una vivibilità migliore all’interno dello stadio. Non ci aspettiamo contraccolpi. Non ci poniamo obiettivi ma ci piacerebbe vedere lo stadio pieno come nelle ultime giornate dello scorso campionato. Quando si vogliono raggiungere obiettivi ognuno deve fare la propria parte. Solo così si può raggiungere un obiettivo. Bisogna essere consci che indipendentemente dai dati della campagna abbonamenti, viste le problematiche della Lega Pro, non è possibile garantirsi la sopravvivenza».

Fares e la squalifica del campo: «Il ricorso sulla squalifica del campo? Entro il 20 luglio dovremmo avere delle risposte. Puntiamo a una riduzione di due o tre giornate. Ciò non toglie che il danno subito dalla società è grande. Ci priveremo di incassi importanti per una società molto impegnata dal punto di vista finanziario. Ma non nascondiamoci dietro il parafulmine delle giornate di squalifica. Siamo ottimisti. Abbiamo anche fatto richiesta di scontare anche una giornata in Coppa Italia ma non ci sono al momento molti margini. Stiamo lavorando anche per ampliare i quasi 15.000 posti attuali. Abbiamo iniziato a discutere con l’Amministrazione Comunale. Abbiamo dato incarico al tecnico per verificare i lavori per adeguare lo Zaccheria a quasi 19.000 posti. Sarà uno degli obiettivi primari di questa società. Con il Comune stiamo parlando anche della convenzione d’uso che determinerà ulteriori costi per questa società, soprattutto per quanto riguarda la manutenzione»

Fares e l’obiettivo: «L’obiettivo soddisfacente sarebbe 5.000 tessere. Sarebbero il giusto numero per lo spettacolo offerto dalla squadra. La società sta facendo sforzi enormi. Chiedere qualcosa in più soprattutto per i settori più comodi credo che sia importante. Tutti possono dare una mano».

Fares e il calciomercato: «Oltre a Martinelli stiamo per acquisire anche Agazzi (che il tecnico De Zerbi ha ritenuto importante) e altre operazioni che saranno comunicate nei prossimi giorni. Qualsiasi tipo di acquisto va fatto con razionalità e intelligenza, non possiamo sbagliare. E’ una squadra già costruita che ha un’identità di gioco precisa. Servono figure importanti. Guarna e Rada? Sono nomi interessanti che stiamo osservando. Capitolo partenze. Stiamo verificando. La norma dei 16 over ci costringe a fare valutazioni. Il raduno potrebbe non essere fatto a Foggia ma a metà strada».

Potrebbero interessarti:

Complimenti, parabéns, mister Stroppa, per il “100% de aproveitamento” con il Foggia calcio

Gianpaolo Limardi

Top & Flop di Paganese-Foggia

La Redazione

Foggia Calcio, scarso filtro e super Mazzeo perché…

Domenico Carella