13.9 C
Foggia
1 Febbraio 2023
Foggia Calcio

Da Chamot e Mancini a Cantoro e Di Masi: i doppi ex di Pisa e Foggia Calcio

In vista della finale playoff che si disputerà domenica tra Pisa e Foggia andiamo a vedere quali sono i calciatori e gli allenatori che hanno militato sia nella squadra nerazzurra che in quella rossonera.

Iniziamo da quello probabilmente più famoso, Josè Antonio Chamot “el flaco” difensore argentino classe ’69 che arriva a Pisa dal Rosario Central nell’estate del 1990 insieme a un altro argentino allora semisconosciuto Diego Pablo Simeone: furono due delle più grandi intuizioni del Presidente Romeo Anconetani. Chamot milita in nerazzurro fino al 1993 mettendo a segno 1 rete in 87 gare passando proprio al Foggia in serie A nel 1993-94 prima di spiccare il volo militando nella Lazio, nell’Atletico Madrid e nel Milan oltre ad aver giocato oltre 40 presenze con la Nazionale argentina. Nella sua esperienza pisana Chamot esordisce nel 1990 a “Marassi” contro la Sampdoria campione d’Italia e guidata da Boskov retrocedendo però al termine della stagione e rimanendo nei due campionati successivi in serie B.

Altro doppio ex è Joseph Dayo Oshadogan che ha disputato ben 5 stagioni nel Foggia mentre ha un passato nerazzurro a livello di giovanili senza mai esordire in prima squadra. Curiosità: Oshadogan fu il primo calciatore di colore ha indossare a maglia della nazionale under 21 (nel 1996) con gli azzurrini guidati da Cesare Maldini che vinsero tre a zero in Moldavia.

Francesco Mancini: il compianto portiere nato a Matera e deceduto nel 2012 quando faceva l’allenatore dei portieri nel Pescara di Zeman su mentore ai tempi del Foggia. Arriva in Puglia nel 1987 e vi milita fino al 1997 (esclusa una breve parentesi nella Lazio) con oltre 200 presenze nel Foggia dei miracoli guidato da Zeman. Dal 2003 al 2005 è a Pisa dove gioca una stagione da titolare prima di lasciare il posto a un giovane Cristian Puggioni. Tornerà a Foggia nella stagione 2010-11 come allenatore dei portieri con Zeman in panchina che lo porterà anche nella esperienza di Pescara fino al 30 marzo 2012, data della sua morte.

Gianluca Sgarra: difensore classe ’78 che ha sfiorato la serie B con il Pisa nella stagione 2003-04 nella finale persa a Bergamo. Sgarra arriva a Pisa dall’Andria e nonostante qualità tecniche non eccelse viene ricordato a Pisa per il grande attaccamento ala maglia e la gran voglia di lottare. Milita 3 stagioni in nerazzurro con 2 reti realizzate e 1 nel Foggia sempre in serie C1.

Stesso discorso di Sgarra vale per un altro doppio ex Rosario Guarino, terzino sinistro che arriva a Pisa nell’estate del 2003 per fare da “chioccia” a un giovane Ciro Capuano. Nella prima stagione gioca 18 gare dando un buon contributo alla corsa alla serie B del Pisa di Simonelli. Resterà anche la stagione successiva dopo giocherà solo 8 gare. Nel Foggia invece Guarino milita dal 1997 fino al 2000 giocando in serie B, in C1 e in C2.

Lucas Cantoro: l’attaccante della risalita del Pisa tra i professionisti. Gioca solo una stagione a Pisa mettendo a segno 7 reti in 19 gare tra cui quella decisiva contro il Pontedera. Nel Foggia milita nella stagione 2005-06 in C2 segnando 11 reti in 30 gare.

Riccardo Bettini: difensore che fu compagno di Sgarra e Guarino e che ha disputato tre stagioni nel Pisa, vestendone anche i panni del capitano. Purtroppo anche per lui i sogni della serie B si infransero sul più bello con la sconfitta contro l’Albinoleffe ma per tutti i pisani resterà indelebile la sua rete al “Mannuzzi” di Cesena. Nella parte iniziale della carriera milita due stagioni nel Foggia in serie C2 con 45 presenze e 5 reti, segno di un difensore sempre bravo nel gioco aereo.

Vincenzo Bevo: attuale responsabile dell’area scouting dell’Arezzo ha avuto una breve parentesi nerazzurro dal gennaio al giugno 2005 con il Pisa che si salvò nei minuti di recupero contro la Massese (7 presenze). Stesso discorso per la sua esperienza con i satanelli dove giocò appena 6 gare.

Giuseppe Di Masi: fu terzo portiere del Pisa che sfiorò la B nel 2004 non mettendo mai piedi in campo. Viene ricordato per l’episodio che costrinse Raffaele Costantino a terminare anzitempo la stagione per un scontro in allenamento. Di Masi è nativo proprio di Foggia, squadra con cui ha esordito tra i proffessionisti nella lontana stagione 2000-01.

Altri doppi ex dell’incontro sono Guido Ugolotti, Cristian Biancone, Mauro Bollino, Fabio Giordano, Cristian Tiboni, Mauro Rosin e Mauro Meluso che ha giocato nel Foggia mentre a Pisa ha svolto i panni del DS.

Tra i vari allenatori che hanno un passato su entrambe le panchine vi sono Stefano Cuoghi che ha militato nel Foggia nella stagione 2006-07 venendo esonerato alla 19° giornata, ma anche Giorgio Rumignani, Piero Braglia, Bruno Pace che chiuse la carriera da allenatore proprio con l’esperienza di Foggia nel 2002 e Pasquale Padalino che è nato proprio a Foggia e nel Foggia ha giocato (dal 1988 al 1992 e nella stagione 1994-95) e allenato (dal 2012 al 2014) mentre in nerazzurro ha fatto da vice a Giampiero Ventura nel Pisa delle meraviglie del trio Cerci-Castillo-Kutuzov.

fonte: tuttopisa

Potrebbero interessarti:

Foggia – Matera: ricca di tanti temi. Da Mancini alla prima in Lega Pro

La Redazione

Deli: “Sopra 2-0 dovevamo fare cose diverse e non farci rimontare”

Gianpaolo Limardi

TB – Saranno numerosi i tifosi del Foggia Calcio presenti al “Bentegodi”

La Redazione