8.8 C
Foggia
3 Febbraio 2023
Serie B

La Top 11 di TLP del girone C

In Sicilia la Casertana ha vinto addirittura per 4-0 sul campo dell’Akragas, che sembra proprio essere stata colpita da un “sortilegio dello Stadio Esseneto”: in 3 partite di campionato giocate ad Agrigento non ha riportato neanche un punto e non ha segnato neanche un gol, e domenica ha subito il maggiore cinismo dei campani sotto rete. La squadra di Romaniello ha un vantaggio di ben 4 punti sul Messina secondo classificato, dato che i peloritani hanno controllato la partita con il Catania pareggiando per 0-0; solo pareggio tra il Benevento e la Juve Stabia, mentre risale il Lecce che è sulle soglie della zona play-off grazie alla vittoria 1-0 sul Cosenza. Una specie di maledizione colpisce anche il Foggia contro il Monopoli: i biancoverdi vincono 2-0 con reti acrobatiche di Croce e Gambino, e rimangono con la porta inviolata in quanto Pisseri ha sventato due rigori. In centroclassifica si sono assestate Ischia e Paganese che hanno pareggiato 2-2, mentre il Catanzaro ha colto la sua seconda vittoria consecutiva a Rieti, contro la Lupa Castelli Romani. Rimane ultimo il Martina, che spera in un miglioramento della propria situazione a livello societario ma intanto ha perso in casa col Matera. Un Melfi molto prudente strappa il pareggio 0-0 con un’ottima Fidelis Andria.

Sono quindici i gol realizzati nell’undicesimo turno di campionato nel girone C, ben 11 dei quali segnati dalle squadre che giocavano in trasferta: in pratica solo una compagine è riuscita a prevalere sfruttando il fattore interno. Questa la formazione della settimana per quanto riguarda il girone C secondo TuttoLegaPro.com.

PORTIERE

Matteo Pisseri (Monopoli): merita di entrare in formazione per le due parate che ha compiuto su altrettanti rigori calciati dai giocatori del Foggia. Prima Sarno e poi Iemmello devono restare a secco.

DIFENSORI

Alessandro Parisi (Messina): può comandare la propria retroguardia nel ruolo di centrale che raramente aveva ricoperto prima di questa stagione calcistica. Non fa passare il centravanti di turno.

Alessandro Camisa (Lecce): tenta di dare sicurezza alla propria difesa e ci riesce, ma anche quando il suo portiere non può intervenire ci pensa lui a salvare la propria porta.

Angelo Tartaglia (Fidelis Andria): gioca molto bene così come Stendardo al centro della difesa degli stabiesi.

CENTROCAMPISTI

Daniel Agyei (Casertana): si inserisce molto spesso per vie centrali e segna il gol che apre le danze contro l’Akragas.

Nicolas Izzillo (Ischia): Bitetto gli affida il ruolo di regista e lui va al tiro più di una volta in maniera pericolosa per gli avversari. È l’autore del gol del pareggio.

Juan Surraco (Lecce): non nuovo a gol come quello che ha segnato contro il Cosenza, ci era già riuscito contro la Casertana. Tiro liftato da fuori area che non ha lasciato scampo a Perina.

Fabrizio Melara (Benevento): è l’uomo che cerca di dispiegare maggiormente la propria fantasia contro la Juve Stabia, e ci riesce propiziando la rete del pareggio. Si impegna tanto.

ATTACCANTI

Gianluca De Angelis (Casertana): tutti gli attaccanti di Romaniello giocano un’ottima partita, lui segna due reti una delle quali in pallonetto da posizione molto difficile.

Guido Gomez (Juve Stabia): realizza uno dei gol più belli della giornata, tiro da fuori area che si insacca là dove il portiere non può arrivare.

Luca Orlando (Ischia): ex della Paganese, nei novanta minuti della partita del Torre è avversario, e segna un gol che permette ai suoi di pareggiare su servizio di Mancino.

L’ALLENATORE

Nicola Romaniello (Casertana): il vantaggio in classifica sulla seconda è aumentato, grazie alla vittoria ottenuta sul campo dell’Akragas. La sua squadra gioca con grande impegno e lo dimostra sul campo.

fonte: tuttolegapro

Potrebbero interessarti:

Nuovo volto in attacco per la Paganese

La Redazione

Savoia, Maglione: “Domani saprete il nuovo allenatore”

La Redazione

Ultras volevano condizionare Tesoro. La digos chiude le indagini sul Lecce

La Redazione