19.9 C
Foggia
1 Ottobre 2022
Dirette Foggia Calcio

LA CRONACA – Il Foggia Calcio fa “Viola” la Juve Stabia. 3-1 e rossoneri agli ottavi

[dropcap color=”#888″ type=”square”]V[/dropcap]iola c’è. Il Foggia pure. I rossoneri superano 3-1 la Juve Stabia (scesa a Foggia con molti ragazzi della Berretti) e guadagna l’accesso agli ottavi di finale di Coppa Italia lega pro. A decidere il match è stato il piccolo centravanti di Reggio Calabria bravo e cinico nello sfruttare le tre palle gol passate sui suoi piedi. La partita non ha convinto sul piano estetico ma è stata viva e combattuta su quello agonistico. I ragazzini di Zavettieri sono stati bravi nel cercare di arginare un Foggia meno corale del solito ed eccessivamente propenso a giocate del singolo. Soprattutto nella prima frazione, dove però i rossoneri partono forte.

PRIMO TEMPO – Il primo tiro in porta è del Foggia. Maza ci prova con un calcio di punizione dai venti metri, ma il portiere è attento e para. Il vantaggio arriva al 13′ grazie a una verticalizzazione di De Giosa che consegna il pallone sullo scatto di Viola, bravo a infilare il portiere in uscita con l’aiuto del palo. Al 17′ Lodesani gira al volo di sinistro un radente dal fondo di Agostinone, ma trova il muro della difesa. Due giri di lancette e Bencivenga prova a pescare il jolly: stop di petto in area e destro al volo da posizione defilata. Il portiere si salva in angolo con il piede. La Juve Stabia è tutta nel colpo di testa di Mileto al 24′, parato con facilità da Micale. Poco prima della mezz’ora Maza su calcio di punizione impegna il portiere al salvataggio con l’aiuto della traversa. Modesti si oppone anche al successivo tentativo ravvicinato di Lodesani. Al 33′ il portiere non può arrivare sulla punizione disegnata dal sinistro di Viola ma la sfera sibila a lato del palo.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa il Foggia prova a spingere sull’acceleratore per chiudere la partita. A 6’st un triangolo tra Bollino e Sainz-Maza porta lo spagnolo al tiro ma il portiere non si lascia sorprendere. Nel momento in cui i rossoneri spingono con insistenza arriva il pareggio dei gialloblu. Fa tutto Padovani che prima s’invola in area facendosi atterrare da Micale, poi trasforma il penalty con un bel rasoterra. L’equilibrio però dura una manciata di minuti. De Zerbi inserisce Loiacono e Floriano al posto di Lodesani e Bollino ma il merito del gol è tutto di Viola, bravo nel difendere e ripulire un pallone recapitato da Maza, prima di infilarlo tra palo e portiere Lo show della punta calabrese prosegue al 32’st con la sua personale tripletta. Angolo di Maza, dormita della difesa e rovesciata vincente del bomber. Nel finale sempre Viola sfiora il poker di tacco ma la partita finisce qui, con la giovane Juve Stabia che accetta il passivo e il Foggia che brinda alla quinta vittoria consecutiva in una partita ufficiale.

FOGGIA – JUVE STABIA 3-1
MARCATORI – 13′ Viola (F), 9’st Padovani (J), 18’st Viola (F), 32’st Viola (F)

FOGGIA4-3-3 – Micale; Bencivenga, Sicurella, De Giosa, Agostinone; Lodesani (16’st Loiacono), Riverola, D’Allocco; Bollino (16’st Floriano), Viola, Maza (35’st Adamo).
A disp.: Tarolli, Gigliotti, Angelo, Agnelli, Di Chiara, Coletti, Iemmello, Gerbo, Sarno.
All.: Roberto De Zerbi
JUVE STABIA4-3-3 – Modesti; Mileto (28’st Rossi), Ioio, Carrillo, Lombardi; Mauro, Buondonno, Servillo; Langella, Padovani (14’st Matassa), Natale (22’st Del Prete).
A disp.: Macolo, Borrelli, Matano, Strianese, Vacca, Caserta, Rubino, Noto, Contieri.
All.: Nunzio Zavettieri
ARBITRO – Giuseppe Strippoli di Bari (Viola di Bari / Urselli di Taranto)
AMMONITI – 41′ Sicurella (F), 8’st Micale (F)
ESPULSI
ANGOLI – 10-3
RECUPERO – 0’pt/3’st
NOTE

Potrebbero interessarti:

LEGA PRO/C. Il programma della seconda giornata

La Redazione

Lecce, solidarietà al Vice Presidente del Foggia Calcio

La Redazione

Stroppa: “Gara difficilissima, Matera gioca in velocità senza sbilanciarsi. Serve cattiveria e determinazione”

Domenico Carella