26 C
Foggia
16 Giugno 2024
Dirette Foggia Calcio

Il Foggia Calcio brilla in notturna: sconfitta la capolista Casertana

FOGGIA – CASERTANA 2-0 (finale)
MARCATORI – 50′ Sarno (F) rig., 59′ Sainz-Maza (F)

FOGGIA (4-3-3) – Narciso; Angelo, Loiacono, Gigliotti, Di Chiara; Gerbo, Agnelli, Riverola (80′ De Giosa); Sarno (85′ Viola), Iemmello, Sainz-Maza (75′ Agostinone).
A disp. – Micale, Bencivenga, De Giosa, D’Allocco, Sicurella, Lodesani, Adamo, Bollino, Viola, Agostinone, Tarolli.
All. – Roberto De Zerbi
CASERTANA (3-5-2) – Gragnaniello; Rainone, Idda, Murolo; Mangiacasale, Aygey, Capodaglio (78′ Rajcic), Mancosu (62′ Diakite), Tito; De Angelis, Alfageme (76′ Ciotola).
A disp. – Maiellaro, Gala, D’Alterio, Finizio, De Marco, Kuseta, Pezzella, Rajcic, Diakite, Varsi , Ciotola, Cesarano.
All. – Nicola Romaniello
ARBITRO – Francesco Guccini di Albano Laziale (Argentieri di Viterbo / Rossini di Padova)
AMMONITI – 24′ Alfageme (C), 55′ Iemmello (F)
ESPULSI
ANGOLI – 7-6
RECUPERO – 0′ pt, 4′ st
NOTE

Torna a segnare e vincere il Foggia. Lo fa nell’occasione più importante: il posticipo notturno contro la Casertana capolista. 3 punti preziosissimi per i ragazzi di De Zerbi che agganciano il Lecce in seconda posizione lanciandosi all’inseguimento dei campani.

PRIMO TEMPO – Buon approccio alla gara del Foggia che prende subito il controllo del gioco rendendosi pericoloso dalle parti di Gragnaniello con Agnelli che gira sul fondo un corner calciato dalla sinistra.
Al 10’ il Foggia recupera la sfera in pressing alto, palla a Maza che, solo davanti al portiere, fallisce calciando a lato.
Al 16’ è ancora Maza a rendersi pericoloso con un tiro da fuori deviato in angolo da Idda.
Alla metà della prima frazione di gioco Sarno calcia alto da posizione favorevole, forse disturbato da Gerbo che aveva recuperato il pallone.
La Casertana prova a sfruttare le ripartenze, come al 26’, quando una buona azione in velocità è finalizzata male da Aygey che calcia fuori.
Poco prima della mezz’ora il Foggia sfiora nuovamente il vantaggio con Maza che colpisce una traversa davanti alla porta sguarnita; sul proseguimento dell’azione Iemmello non riesce a concludere in gol. Qualche minuto più tardi Gigliotti manda fuori di pochissimo una punizione dal limite.
Fra le note del primo tempo da segnalare Sarno e Maza che talvolta si scambiano le posizioni, accentrandosi anche senza palla per favorire l’avanzamento di Angelo e Di Chiara. Casertana assolutamente schiacciata e di fatto schierata con il 5-3-2.
Il primo tempo termina con i campani che provano ad affacciarsi dalle parti di Narciso ottenendo 2 tiri dalla bandierina.

SECONDO TEMPO – Sembra iniziare meglio il secondo tempo della Casertana: subito un tiro dalla bandierina con incornata di Murolo che termina a lato rischiando di beffare Narciso.
Al 5’ il Foggia passa in vantaggio. Sarno colpisce un palo e sugli sviluppi dell’azione Gerbo viene atterrato in area: è calcio di rigore ed è proprio Sarno a trasformare, calciando imparabilmente alla sinistra del portiere Gragnaniello.
Qualche minuto più tardi i rossoneri potrebbero raddoppiare con Iemmello, bravo a liberarsi di mezza difesa casertana e a concludere a rete, ma il suo sinistro esce davvero di poco.
Questione di pochi giri di lancette e il raddoppio arriva davvero: Maza lascia partire un destro potentissimo dal limite dell’area sul quale nulla può il portiere campano.
Al 16’ Idda potrebbe riaprire il match ma calcia sul fondo da posizione favorevole.
La Casertana è vicina alla resa al 23’ quando Rainone quasi beffa il proprio portiere colpendo la traversa e rischiando l’autorete. 3 minuti più tardi Iemmello calcia centrale sul portiere fallendo il 3-0.
Continua il monologo del Foggia con Sarno che impegna Gragnaniello su punizione al 33’; lo stesso fantasista, 5 minuti più tardi, fugge tutto solo in contropiede ma sbaglia il pallonetto finale.
La sfida termina dopo 4 minuti di recupero e una grande parata di Narciso su colpo di testa di Idda. Il Foggia vince e convince, la Casertana resta comunque prima con 5 punti di vantaggio proprio su Foggia e Lecce.

Potrebbero interessarti:

Nesta, tecnico del Perugia: “Buona gara ma il rigore ci ha ucciso. Il Foggia è una grande squadra”

Gianpaolo Limardi

Foggia – Matera: i convocati

La Redazione

GIUDICE SPORTIVO. Foggia Calcio, un turno di stop a Gerbo. Nel Pescara mancherà…

La Redazione