31 C
Foggia
16 Giugno 2024
Serie B

Catania, Pancaro: “Vincere per i nostri tifosi”

E’ un Pippo Pancaro che in conferenza stampa, oltre ad analizzare i temi legati al derby di domani contro il Messina ed al momento del suo Catania, ricorda l’attentato di ieri sera a Parigi, esprimendo cordoglio alle famiglie delle vittime. Ecco, di seguito, le sue parole, come riportato da catanista.com:

“Prima di parlare di calcio ci tenevo a dire una cosa dopo la tragedia successa ieri: si fa fatica a parlare di calcio, il primo pensiero va alle vittime, alle loro famiglie. Sono cose di cui parliamo ormai anche da troppo tempo e che non dovrebbero più succedere; il calcio è la mia vita la nostra vita e quindi è giusto guardare avanti e conitnuare ma tenendo presente e facendo capire che non sono cose che devono passare cosi inosservate. Penso che più che parlarne, più che sottilinearlo, più che manifestare tutto il disgusto non possiamo fare altro poi dobbiamo continuare a fare quello che è il nostro lavoro, quella che è la nostra passione e andare avanti tenendo presente però il grande disgusto per queste tragedie. Sono tutti recuperati e convocati. L’unico che ha qualche problemino è Pelagatti che valuteremo domani. Siamo abituati ad affrontare squadre che contro di noi fanno la partita della vita perché siamo il Catania, questa è un difficoltà alla quale siamo andati incontro, a cui siamo già preparati, in più è un derby, loro ci tengono molto e lo dimostra il fatto che ci saranno tantissimi spettatori ma ci teniamo tanto anche noi. Ci tengono tanto anche i nostri tifosi, mi dispiace molto che non ci possano seguire, assistere e vedere la partita della propria squadra. Gianvito per noi è sicuramente un valore aggiunto nel momento in cui troverà la miglior condizione sarà molto importante, sono molto contento di lui, di come lavora e del fatto che domenica ha segnato. E’ normale che ancora non abbia i 90 minuti ma nel momento in cui, con calma e con un pò di tempo, troverà la migliore condizione sarà un valore aggiunto per questa squadra. Come ho detto è un trend negativo solamente dal punto di vista dei risultati, per quanto riguarda le prestazioni noi siamo in crescita costante e continua, è normale che da un punto di vista dei risultati vogliamo invertire la rotta però ripeto che sono contento della crescita che c’è giorno dopo giorno. Ragioniamo una partita alla volta ed in questo momento l’unica gara che conta è quella con il Messina; è vero che il nostro obiettivo è il tirarci fuori da questa posizione di classifica che ci vede ancora nella zona playout anche se va ricordato che sul campo abbiamo fatto 18 punti. Il Messina ne ha fatti 19 e somo punti meritati, si tratta di una squadra forte che gioca bene ed ha grande entusiamo. La chiave giusta è sempre la stessa, nel calcio bisogna avere equilibrio, noi cerchiamo di lavorare da questo punto di vista e sono molto contento. Stiamo lavorando da 2 mesi e siamo sicuramente a buon punto. Abbiamo ampi margini di miglioramento. Il pensiero nostro è quello di ottenere il massimo partta per partita e non pensiamo ad altro perche se è vero che abbiamo fatto 18 punti, in classifica ne risultano altri e abbiamo la necessità di toglierci da questa situazione. Da giocatore ho avuto la fortuna ed il piacere di giocare Lazio-Roma, un derby in Italia molto importante ed anche Milan-Inter. Si tratta sempre di una partita diversa dalle altre e particolare perché i tifosi ci tengono molto. L’assenza dei nostri tifosi è una sconfitta per il calcio, sembra un problema che in Italia non si riesce a risolvere e lo ripeto con grandissimo rammarico perché la bellezza del calcio sono i tifosi. E’ meraviglioso entrare al Massimino e vedere 12mila persone festanti. E’ stupendo condividere con loro le gioie. Il Messina è una squadra che ha fatto un avvio di stagione da grande squadra, hanno grande entusiamo. Sono molto aggressivi, tutti corrono e si danno una mano. Hanno anche qualità importanti, nel reparto difensivo i centrali sono due giocatori molto forti per la categoria ma anche la davanti è una squadra costruita bene. Musacci per noi è un giocatore fondamentale per la nostra idea di calcio e per le sue qualità. La sua assenza è stata molto pesante e sono felice che adesso sia tornato. L’infortunio di Falcone è un altro problema che non ci voleva. Luigi stava molto bene sia fisicamente che mentalmente; purtroppo i tempi saranno piu lunghi ed adesso vedremo di settimana in settimana”.

fonte: tuttolegapro

Potrebbero interessarti:

Cosenza, mister Roselli: “Abbiamo sofferto è vero, noi siamo questi. Prendere o lasciare…”

La Redazione

MESSINA: firma un difensore spagnolo

La Redazione

COSENZA: questa volta è fatta per Guidi

La Redazione