24.9 C
Foggia
30 Giugno 2022
Foggia Calcio

Iemmello: “Siamo una Ferrari, con il Catanzaro per dimostrarlo”

[youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=_BQOqtmFaVw” width=”560″ height=”315″]

Pietro Iemmello ha rilasciato alcune dichiarazioni presso la sala stampa ‘Antonio Fesce’ dello stadio Pino Zaccheria. Ecco le parole del bomber rossonero raccolte da Foggiasport24:

Verso il Catanzaro: “Per me è una partita speciale perchè sono nato a Catanzaro e tifo Catanzaro, però dopo l’anno scorso tifo anche Foggia. Durante i 90 minuti sarà una partita come le altre, sarà concentrato come fosse una partita qualsiasi. L’anno scorso al ritorno subimmo una brutta sconfitta, mentre all’andata dopo la prima mezz’ora in affanno disputammo un grande secondo tempo nel quale avremmo meritato qualcosa in più del pareggio”

Riscossa: “Dentro di noi siamo delusi, dopo la partita di Pagani non vedevamo l’ora di giocare la prossima partita, adesso è venerdì e siamo carichi perchè abbiamo subito l’occasione di riscattarci. cercheremo di divertirci e di giocare come sappiamo”

Cosa è successo a Pagani: “Il Foggia non è proprio sceso in campo, noi siamo tutti responsabili. E’ brutto dirlo ma è un dato di fatto che non siamo proprio scesi in campo, bisogna essere realisti e dire le cose come stanno. Ci può essere di aiuto per cercare di non ripetere in futuro le stesse prestazioni”

Prossimo avversario: “Abbiamo parlato poco del Catanzaro, tranne il fatto che dovrebbero schierarsi con un 3-5-2, perchè noi ci concentriamo solo su noi stessi. Siamo entrambe a zero punti ma i valori sono altri, ad inizio campionato la classifica è relativa. Perdere una partita ci può stare l’importante è non perderne 3-4 di fila. Foggia vive di calcio e va sull’onda dell’entusiasmo quindi speriamo che ci sia tanta gente allo stadio.
Noi ci sentiamo una Ferrari come dice il mister perchè rispetto all’anno scorso siamo migliorati in tutti i reparti, dobbiamo solo migliorare alcuni meccanismi.”

Scarsa partecipazione alla manovra: “Personalmente devo migliorare anche nella partecipazione della manovra, cosa che ho fatto poco l’anno scorso. Quest’anno dovrò migliorare sotto questo aspetto. Ho un anno in più sulle spalle e mi sento anche più responsabile, sono venuto qui per cercare di vincere. L’importante è dare tutto come ho sempre fatto, quando dai tutto puoi stare con la coscienza a posto.”

Esultanza in caso di gol: “Se dovessi far gol non esulterei, come mi è gia capitato l’anno scorso. L’importante è far gol e vincere”

Potrebbero interessarti:

Canonico: “Al completo siamo più forti. Zeman? L’ho voluto dal primo momento, quindi…”

Domenico Carella

Foggia Calcio, una pazza idea sotto l’albero

Domenico Carella

Foggia-Lupa Roma posticipo in notturna

La Redazione