12.1 C
Foggia
1 Marzo 2024
Foggia Calcio

Lecce – Foggia, le voci dagli spogliatoi

Mister De Zerbi: “Bollini? Subisce le pressioni per inesperienza”

Al termine del derby Lecce-Foggia (1-0), ha parlato il mister dei rossoneri, Roberto De Zerbi, come evidenziato da pianetalecce.it: “Noi abbiamo fatto una settimana che definire difficile è dire poco: degli undici che hanno giocato oggi se ne sono allenati in pochissimi. Siamo usciti malconci dalla gara con la Casertana, molti dei miei hanno dovuto fare i salti mortali per esserci. Voglio rispondere a Bollini quando ha detto che durante la settimana ho cercato di mettere pressione al Lecce: io non accetto di essere tirato in ballo così, forse lui subisce le pressioni della prima esperienza nel calcio professionistico. Io ritengo il Lecce una delle squadre più forti, con giocatori di alto livello, quindi non sentivo assolutamente il bisogno di mettere pressione a nessuno. Il Lecce ha preparato la partita per ripartire in contropiede poi, visto che il pareggio non serviva a nessuno, gli equilibri si sono rotti e poteva segnare in qualsiasi momento una delle due. Le due squadre sono diverse, basta guardare il budget investito: noi non siamo costruiti per vincere loro si, forse è questa la pressione che avverte Bollini”.

La precisazione di mister Bollini

Il tecnico del Lecce, Alberto Bollini, ha parlato al termine della gara vinta dai giallorossi contro il Foggia ed ha voluto precisare alcuni aspetti, oltre che replicare al mister rossonero De Zerbi: “Lungi da me voler alimentare polemiche, ci tengo a sottolineare che in conferenza stampa pre-partita, parlando del Foggia, ho fatto ai nostri avversari i complimenti per il campionato che stanno disputando, ho espresso grande stima nei confronti dell’allenatore in seconda Brescia, mio ex giocatore in Serie C, e del direttore sportivo Di Bari, persone di spessore e conoscitori del mondo del calcio. Ad un certo punto della conferenza di ieri mi sono state riportate da un giornalista le dichiarazioni rese dall’allenatore della squadra avversaria. Se si vuole fare i complimenti non c’è bisogno di entrare ad analizzare ipotetiche tensioni altrui, che non ci sono. Sinceramente la pressione non la vivo per quello che succede all’esterno, ma cerco di portare all’interno del mio gruppo quella carica agonistica o serenità, di cui a volte la squadra ha bisogno. I ragazzi hanno saputo seguirmi in questi concetti. Per quello che attiene alla mia inesperienza, ricordo i mie 27 anni d’allenatore e quando alleni tanto le categorie non contano. Sono al 5° anno di Serie C/Lega Pro, senza contare i 12 disputati in Primavera con Lazio, Fiorentina, Sampdoria e di nuovo Lazio (con due scudetti vinti, una coppa Italia e tre finali e tanti giovani lanciati nei professionisti), i 6 mesi in Serie A e ne aggiungo anche 10 di Dilettanti tra settore giovanile e prima squadra. Se questa è inesperienza sono disposto ad ogni tipo di confronto”.

fonte: tuttolegapro

Potrebbero interessarti:

Prevendita Foggia Calcio-Pisa: buona partenza nel settore ospiti

La Redazione

Foggia Calcio, una maglia per Viale Giotto

La Redazione

SETTORE GIOVANILE. I risultati delle giovanili del Foggia Calcio

Domenico Carella