7.7 C
Foggia
19 Aprile 2024
Blog Mi Ronza in mente

Dammi il cinque #3

ALBIN EKDAL
Nella vittoria del Cagliari a San Siro, spicca inevitabilmente la tripletta dello svedese che fino alle 15 di ieri pomeriggio aveva segnato cinque gol in otto campionati di Serie A. Un bomber inatteso ma che rappresenta al meglio quello che Zeman chiede ai suoi: essere pericolosi in attacco, tutti e sempre. Presto per dire che sia la vittoria della svolta ma sicuramente sono tre punti storici per i sardi.

MICHAL KWIATKOWSKI
Tutti a chiedersi per chi stesse tirando alla morte la Polonia nella prima fase del Mondiale di ciclismo. La risposta a 7 chilometri dall’arrivo quando il 24enne della Omega ha attaccato in discesa e salutato la compagnia, diventando il primo polacco sul trono del mondo delle due ruote. Un attacco duro, essenziale e imprendibile. Gli azzurri sono stati protagonisti quasi fino in fondo: non hanno avuto energie per andare a prendere Kwiatkowsi ma hanno dato il massimo su un circuito non adatto alle nostre caratteristiche.

DENNIS KIMETTO
42 chilometri e 195 metri corsi in 2h02’57”. Il keniano 30enne (forse) è il primo uomo della storia a scendere sotto le 2h03′ in una maratona. Lo fa a Berlino, in condizioni favorevoli e senza sbagliare una mossa. Le due ore di corsa sono sempre più vicine.

kimetto

JORGE LORENZO
Ad Aragon cadono tutti ma non lui, che cambia la moto nel momento più opportuno e non come hanno fatto i suoi connazionali della Honda, Marquez e Pedrosa, che infatti cadono sull’asfalto bagnato. Per Lorenzo la soddisfazione, in una stagione con parecchie delusioni, di vincere il gran premio di casa e rendere un po’ meno amaro questo campionato.

SINISA MIHAJLOVIC
Si sapeva fosse un combattente, uno che non mollasse neanche a corto di fiato. Sta mostrando partita dopo partita di essere anche potenzialmente un ottimo allenatore. Ha cambiato la Samp come un calzino l’anno scorso e quest’anno, nel magma indefinito alle spalle di Juve e Roma, si ritrova terzo – aspettando l’Udinese – con una squadra piena di giocatori rigenerati: su tutti Okaka. Occhio perché i blucerchiati possono ritrovarsi a lottare per posizioni inattese.

Dario Ronzulli

Potrebbero interessarti:

Foggia-Francavilla un girone dopo. Tra punti, punte e Jesus María a “benedire” il centrocampo celeste…

Gianpaolo Limardi

FOGGIA, ripartiamo tra le favorite ma attenzione alla Paganese…

La Redazione

Foggia calcio, un patto con il Diablo per non andare a Picco a casa di uno Spezia dalla baby mediana

Gianpaolo Limardi