26 C
Foggia
17 Giugno 2024
Serie B

Un milionario romano potrebbe salvare il Sorrento. Ma c’è anche la cordata Dionisio

Due ipotesi per salvare il Sorrento. Una affascinante, l’altra più vicina al mondo del calcio e quindi più reale. La prima:il facoltoso milionario romano Massimo Chiappini, erede dell’immenso patrimonio edilizio della famiglia Borghese sarebbe interessato a rilevare il Sorrento calcio. Settantaduenne romano, architetto, ingegnere, docente universitario, sposato e senza figli, da sempre profondamente innamorato di Sorrento. Qualche amico sorrentino gli avrebbe proposto “un aiuto alla squadra di calcio” e lui da grande benefattore quale è non si sarebbe tirato indietro. Il tam tam è appena agli inizi.
L’altra invece è quella che lo stesso avvocato D’Angelo, proprietario del 97% delle azioni del Sorrento calcio ha annunciato.
E cioè che sta trattando la cessione del club ad un gruppo di imprenditori legato al direttore sportivo Nicola Dionisio. L’acquisizione del Sorrento calcio rappresenterebbe una dichiarazione pubblica d’amore nei confronti di questa terra.
Presentata la fideiussione per la serie D e quindi completate le procedure di iscrizione, ci sarebbe addirittura l’intenzione di effettuare domanda di ripescaggio per partecipare alla prossima Lega Pro, entro il termine previsto del 28 luglio. Al momento però c’è una sola certezza: il Sorrento sarà bocciato dalla Covisod e sarà penalizzato nel prossimo campionato di serie D.

fonte: resport

Potrebbero interessarti:

Avellino, summit terminato: Novellino firma per 2 anni

La Redazione

Tuttocuoio con un Matteini in più nel motore. Riuscito l’intervento a capitan Colombo

La Redazione

Lecce, Braglia: “Cosenza? Vittoria di carattere”

La Redazione