26.9 C
Foggia
17 Agosto 2022
Serie B

Calcio e festa della mamma: in Lega Pro parte il progetto “mamme a distanza”

11 maggio 2014: una domenica speciale, legata alla mamma e soprattutto alle mamme speciali a distanza. Sono le donne che lavorano in Lega Pro e nei suoi club, che danno il via al loro progetto dell’adozione a distanza, che parte proprio domenica 11 maggio.

Saranno, infatti, le madrine di Nilson ed Ellen, due bambini del Brasile ai quali sarà garantito, con l’aiuto finanziario, l’assistenza sanitaria, alimentare e l’istruzione scolastica.

I due piccoli sono appassionati di calcio.

La Lega Pro ha dato vita al progetto delle adozioni a distanza, seguito da Cesarina Giannini della stessa Lega, con il supporto di Caritas Children Onlus di Parma.

Alessandra Borgonovo, “capitano” delle donne di Lega Pro, intanto, ieri ha ritirato il riconoscimento per l’attività sociale in rosa della Lega Pro al “Gentleman Awards” a Milano.

Nel campionato 2013-2014 la Lega Pro con i suoi club, i giocatori ed i tifosi ha messo in campo 450 iniziative sociali. Il totale in 24 mesi è di 750.

Il progetto “premiato”, ideato da Gaia Simonetti e Nadia Giannetti, compie 5 mesi ed è denominato “le tappe del cuore”.

Prevede la visita e la consegna delle maglie dei club negli ospedali delle città di Lega Pro e ha già fatto tappa in 3 ospedali dei bimbi a Perugia, a Firenze, a Genova e il 20 maggio a Pisa per continuare un percorso avviato nell’autunno scorso.

fonte: tuttolegapro

Potrebbero interessarti:

Lecce, Memushaj torna in B

La Redazione

Casertana, nel mirino un terzino di Serie B

La Redazione

Aversa Normanna, piace un ex Arzanese

La Redazione