24.9 C
Foggia
30 Giugno 2022
Foggia Calcio

Foggia, alleanza con Cairo e Beretta. Remuntada Messina: quando il mercato fa la differenza

Missione compiuta. Il Foggia conquista il salto in Lega Pro unica e completa una biennio da favola. Dopo il fallimento relativo alla gestione Casillo il club della Capitanata era ripartito dai Dilettanti. Al timone due ex bandiere calcistiche rossonere come il diesse Di Bari e mister Padalino. Per entrambi il balzo nelle nuove vesti si è rivelato azzeccato e vincente. Il futuro ora è roseo per il club rossonero e in città si sogna il ritorno in cadetteria nell’arco di un biennio. Sogno possibile ed accarezzabile, anche perchè il club si sta rinforzando e strutturando societariamente. Possibile una partnership con il Torino di Urbano Cairo, che invierebbe in Puglia alcuni dei suoi migliori talenti da lanciare e svezzare nel grande calcio. Un filo diretto con i granata che provecherebbe l’ingresso in società con una quota importante da parte dello sponsor della formazione piemontese, ovvero il Gruppo Beretta una delle eccellenze alimentari del nostro paese. Un emissario è già stato a Foggia nei giorni scorsi per incontrare squadra e dirigenti. I primi contatti sono positivi: previsti aggiornamenti nei prossimi giorni. L’operazione è ben avviata e ci sono ottime possibilità di un accordo. Un binomio in grado di far sognare in grande l’appassionato pubblico dello Zaccheria. A distanza di sedici anni di assenza la cadetteria potrebbe tornare a portata di mano…

Quando il mercato (invernale) fa la differenza: è il caso di Torres e Messina, entrambe rivoluzionate nel mercato di gennaio e capaci di inanellare risultati strepitosi nel girone di ritorno. Merito della bontà del lavoro operata in sede di trattative dai due diesse Enzo Nucifora (Torres) e Fabrizio Ferrigno (Messina). Bravissimi nel rivoltare con un calzino organici deludenti, accaparrandosi elementi di alto livello per risalire la corrente ripida della graduatoria. Da un lato i colpi Di Maio, Bolzan, Migliaccio, Leone, Potenza, Infantino, Ciotola. Dall’altro gli arrivi di Pepe, De Vena, Bernardo, D’Aiello, Franco. Calciatori di categoria superiore, capaci di far volare le nuove squadre verso la Lega Pro unica. Non a caso già domani i peloritani potrebbero, a meno di clamorose debacle, festeggiare la promozione. Per gli isolani l’attesa potrebbe essere prolungata fino all’ultima giornata, tuttavia è già un successo essere in lizza per il traguardo diretto dopo aver chiuso il girone d’andata al quart’ultimo posto. Storie differenti quelle degli operatori di mercato delle due compagini. Nucifora è un vecchio califfo del mondo del calciomercato. Un’esperienza pluriennale (trentacinque anni) in grandi piazze e la capacità di realizzare grandi colpi come la valorizzazione di campioni del calibro di Schillaci e Quagliarella. Ferrigno, invece, è da meno di un lustro che si destreggia in questa professione. Calciatore di estro e talento dell’ex Serie C, ha mosso i primi passi da direttore a Milazzo. Il sodalizio con Pietro Lo Monaco è stato immediato e i due hanno continuato a lavorare assieme a Messina. In due anni si accingono a festeggiare il doppio salto dalla D alla Lega Pro unica. Quando la competenza è sinonimo di risultati: la remuntada in classifica di rossoblù e giallorossi è tutt’altro che casuale…

fonte: tuttolegapro

Potrebbero interessarti:

Foggia, si lavora al rinnovo di una colonna

La Redazione

Mezzo Foggia Calcio già c’é, si attende la società

Domenico Carella

Sticchi Damiani: “A Foggia possiamo vincere, senza timori”

Domenico Carella