18.7 C
Foggia
18 Maggio 2024
Foggia Calcio

2° Divisione/B. Al tavolo della Lega Pro si aggiunge la Procura Federale

E´ con profonda tristezza che accogliamo le mosse della Procura Federale che vuol vederci chiaro su certi risultati delle ultime giornate in Lega Pro. Era ora, aggiungiamo noi.

Non abbiamo la palla di vetro, non siamo nati ieri e, dulcis in fundo: non abbiamo l´orecchino al naso. Ad occhio sembra che il solo evocare e materializzarsi della Procura Federale abbia messo in allarme in tanti, al punto che domenica tutti si sono giocati i novanta minuti fino alla morte su tutti i campi.

Chi fino a sette giorni fa era con la testa in vacanza all´improvviso si è ricordato che è un professionista con degli obblighi ben precisi.

Finchè i mezzucci prevarranno sulle idee buone (ce ne sono tante), avremo finali di stagione avvelenati. Altro che dossier che girano come polline di questi tempi, utili solo ai comici che si cibano di queste cose.

Tutti rivoluzionari, con le terga altrui.

L´ultimo chiuda la porta.

I numeri:

Gol a grappoli in questa trentesima giornata: 46, aiutati dai sette in totale che sono venuti sabato da Castel Rigone-Foggia 1-6. Il saldo attuale è salito a 1253, mentre la scorsa stagione erano 1297. I pareggi rimangono sostanzialmente invariati (6), mentre pesa particolarmente il fattore campo (non potrebbe essere altrimenti) con due soli successi esterni (entrambi nel girone A).

Girone B:

Martina e Tuttocuoio accelerano:

Pugliesi scatenati e scesi in campo nella sfida salvezza contro il Sorrento con la testa giusta, vincono per 3-1 e continuano la loro rincorsa per evitare gli spareggi promozione. Carichi a mille, i ragazzi di Napoli, trascinati da un superlativo Arcidiacono, schiantano i rossoneri. Adesso il paradiso dove ancora alberga la Vigor Lamezia, dista soltanto tre punti. Domenica ancora “Tursi” contro l´Aversa Normanna.

Chi si avvicina pericolosamente ai calabresi è il Tuttocuoio, ora ad un punto. Merito di Corrado Colombo, che si ricorda come si segna: 1-0 all´Ischia e tutto torna in ballo. Finale da brividi.

Le altre:

Parliamo di questa Vigor Lamezia tanto citata: il 3-0 di Teramo come detto spariglia tutto. Niente è deciso in questo girone per quanto concerne la lotta retrocessione-play off. Il Gavorrano perdendo 1-0 a Cosenza (matematicamente nella Lega Pro unica) ha più di un piede nella fossa, mentre l´Arzanese spreca un match point in casa contro il Melfi (sempre gol pesanti per Tortori lontano dall´”Arturo Valerio”), finendo per fare 1-1.

Lo 0-0 tra Chieti e Poggibonsi serve solo al club teatino per licenziare De Patre e richiamare Di Meo. Per la serie: proviamole tutte. Per i toscani il pareggio è solo l´ennesimo brodino riscaldato che viste le temperature in salita non aiuta particolarmente.

A proposito di pareggi inutili, c´è quello dell´Aversa Normanna contro l´Aprilia. Una delle due doveva farsi male, mentre si è assistito alla paura come unico comune denominatore. Uno 0-0 brutto che ha fatto sbottare il patron aversano Giovanni Spezzaferri, a cui va dato il merito di aver spiattellato sulla pubblica piazza un´amara verità, che ovunqe la si vede è amara: “Fare calcio senza pubblico è diventato sempre più difficile”.

Chiudono: Messina-Casertana 2-1; Castel Rigone-Foggia 1-6.

fonte: tuttolegapro

Potrebbero interessarti:

CALCIO DEL SUD – Un centrocampista del Foggia Calcio ad un passo dal Cesena senza scambio

La Redazione

Ferrigno: “Catania, Foggia Calcio e Lecce lotteranno per la B”

La Redazione

Foggia Calcio, Supporter card: come prenotarsi

La Redazione