24.9 C
Foggia
9 Agosto 2022
Blog Numero 4

Foggia Calcio, conta solo essere promossi

PirazziniBen ritrovati cari amici tifosi del nostro Foggia,
domenica ho rivisto una squadra determinata, entrata in campo con lo spirito giusto, determinata, capace di conquistare la vittoria contro un Cosenza da sempre nelle prime tre in classifica. L’auspicio è che tutto sia tornato alla normalità dopo un periodo di flessione fisiologico del gruppo. Ma attenzione, il campionato non è ancora finito e c’è ancora qualcosa da giocare. Non ho mai messo in dubbio la promozione in lega pro unica e non lo farò neanche oggi. L’unica incertezza è legata alla posizione che occuperà il Foggia a fine anno.

GAVORRANO – Domenica prossima si torna in campo contro una squadra tra le più in difficoltà del campionato ma non per questo si dovrà abbassare la guardia, anzi, servirà più impegno rispetto al match contro il Cosenza. Le fregature, in domeniche come la prossima, sono sempre dietro l’angolo. Vincere aiuterebbe a mantenere alto il morale e terrebbe lontani i musi lunghi delle ultime settimane.

INFORTUNI – La prima difficoltà che il Foggia affronterà domenica saranno gli infortuni. Perdere due come Agnelli e Quinto, la spina dorsale della squadra, non è cosa da poco. É come se in attacco mancassero contemporaneamente Giglio e Cavallaro. Prendiamo il positivo (se di positivo si può parlare) dalla vicenda. I due hanno tirato la carretta fino ad oggi e avevano bisogno di riprendere fiato per finire in bellezza il campionato. Sono sicuro che torneranno più brillanti di prima. I due saranno sostituiti da ragazzi che daranno l’anima in campo per mettersi in mostra. Forte non ha ancora trovato spazio ma se il suo valore non è in dubbio e domenica può dimostrare di poter far parte senza problemi di questa squadra. La seconda difficoltà da superare arriva dall’ex di turno, Zizzari. Lui è un professionista e cercherà di dimostrare il suo valore, magari non espresso qui a Foggia. Avrà una carica in più.

OBIETTIVO – Il Foggia deve giocare per avvicinare la matematica e poi chissà. Nella vita bisogna sempre tentare di arrivare più in alto possibile, anche quando all’inizio il cammino non sembra semplice. Ma a prescindere da come finirà questo campionato, ai ragazzi bisognerà fare solamente un grande applauso per quello che hanno fatto. Manca davvero poco a festeggiare una grande promozione. Il primo posto può essere una gratificazione in più per loro e per la piazza, ma vi assicuro che quando il mio Foggia veniva promosso contava poco se arrivavamo primi o secondi. L’importante era essere tra le prime tre (all’epoca tante erano le promozioni in Serie A).

Il vostro capitano
GIANNI PIRAZZINI

Potrebbero interessarti:

IL BLOG DEL MISTER – Foggia Calcio, che bella quella azione. Duhamel croce e delizia

Domenico Carella

Foggia calcio: ecco il Brescia dei… bresciani e di un “pendolino” romano con l’accento barese

Gianpaolo Limardi

Dejavù Foggia Calcio. La corsa del 2013 e la “calma” di oggi… ma si correrà sul campo

Domenico Carella