34.9 C
Foggia
7 Agosto 2022
Altri Sport

Basket. La “magica” Diamond ferma anche il Fasano (95-83)

Foggia 23 marzo 2014. La Diamond Foggia si aggiudica il big-match della 26^ giornata (95-83) che la vedeva opposta al Basket Fasano, comprimario in terza posizione. I ragazzi di coach Vigilante, si sono resi protagonisti, ancora una volta, di una ottima prova. Da “incorniciare”. Nonostante le continue avversità , hanno confermato di potersela giocare alla pari contro qualsiasi avversaria. E come le altre “grandi”, anche il Fasano s’è dovuto arrendere al Pala Russo ed interrompere la striscia positiva di dieci vittorie consecutive. Ma, contro questa Diamond c’era ben poco da fare. Carica, determinata, grintosa, non ha mai mollato di un sol centimetro. Alla fine la compattezza della “grande” squadra è venuta fuori ed ha avuto la meglio sul Fasano che s’è dimostrato un buon complesso, dotato di buoni tiratori. Ma il “gioco” di squadra ha prevalso sulle “individualità”. La Diamond non s’è disunita nemmeno davanti agli ultimi problemi che l’hanno costretta a rinunciare agli infortunati Chiappinelli, Macchiarola e, per finire ad E. Padalino. Si è rivisto però, dopo quasi tre mesi, Marco Dell’Aquila. E il playmaker s’è messo in evidenza disputando una buona gara. Lo stoico “capitan” Padalino, nonostante la frattura al setto nasale, ha risposto presente e giocato con una maschera protettiva risultando comunque sui migliori livelli. Pure Antonio Padalino, febbricitante fino a due giorni fa e non al meglio della condizione, è stato tra i migliori, risultando il più prolifico tra i suoi. Ma anche Luca Vigilante, Laurence Donelson ed Andrea Dell’Aquila hanno lottato come leoni su ogni pallone dando il buon contributo. A partire meglio nel primo quarto è stata la Diamond e l’ha condotto quasi sempre fino al massimo vantaggio +7 (22-15) ma gli ospiti con le “triple” di Laquintana (alla fine sarà il top score della gara con 39 p.) sono riusciti a “limare” lo svantaggio (28-25). Anche nel secondo periodo è stata la Diamond a “menare” le danze. Riuscendo a tenere gli ospiti anche a -10 ma, prima del riposo “lungo”, la distanza s’è ridotta a -7 (50-43). Gli ospiti hanno approfittato di un fallo “tecnico” alla panchina neroarancio che è “costata” ben 6 punti, tra tiri liberi e possesso palla. Laquintana, intanto, non è risultato più infallibile, mentre Vigilante ha dovuto rinunciare ad Hudson gravato di 4 falli. Alla ripresa delle ostilità anche Donelson, carico anche lui di quattro falli s’è dovuto accomodare in panca e la rinuncia ai due americani è risultata abbastanza penalizzante. Ne ha approfittato il quintetto brindisino che pian piano ha risalito la china e, beneficiando ancora di un fallo tecnico fischiato ad Andrea Dell’Aquila, ha effettuato il sorpasso (62-59 a -2’). Ma negli ultimi secondi la Diamond è riuscita ad impattare (65-65). Nell’ultimo e decisivo quarto, Vigilante ha gettato nella mischia i due americani ed è iniziato lo show. Il Fasano ha contenuto gli avversari solo per un paio di minuti (70-69 a -7’20”). Poi s’è dovuto arrendere alle giocate nell’uno contro uno ed alle penetrazioni di Hudson, Antonio e Nicola Padalino. Nel tentativo di fermare lo “slancio” dei padroni di casa, sono stati costretti al fallo “sistematico”. E alla fine, risulteranno ben 3 gli ospiti “fuori” per il raggiungimento del quinto fallo. Al suono della sirena si fa festa in campo e sugli spalti. La bella prestazione di tutti i ragazzi ha meritato gli applausi del “glaciale” Pala Russo.

Diamond Foggia – Basket Fasano 95 – 83 (28-25; 50-43; 65-65)

Diamond Foggia: Dell’Aquila M. 9 (2/3 da due; 1/4 da tre; t.l. 2/5), Vernò n.e., Giannatiempo n.e., Dell’Aquila A. 2 (1/2 da due; 1/2 t.l.), Padalino N. 19 (8/16 da due; 0/3 da tre; t.l. 3/5), Vigilante L. 12 (4/8 da due; 0/1 da tre; t.l. 4/5), Hudson 19 (5/8 da due; 0/1 da tre; t.l. 9/10), Suriano n.e., Padalino A. 20 (6/13 da due; 1/4 da tre; 5/5 t.l.), Donelson 14 (6/9 da due; t.l. 2/3). Coach: C. Vigilante.

Basket Fasano: Santoro 20 (2/3 da due; 5/13 da tre; t.l. 1/2), Masi 7 (3/7 da due; 0/1 da tre; t.l. 1/1), Laquintana 39 (8/13 da due; 6/15 da tre; t.l. 5/6), Sordi 9 (2/9 da due; t.l. 5/8), Persichella 2 (1/5 da due; 0/1 da tre); Di Bari, Liaci 2 (1/1 da due), Rosato 4 (2/6 da due; 0/1 da tre), Baccaro, Stomeo. Coach Marzulli.
Arbitri: Caldarola Marino di Ruvo di Puglia e Paradiso Angelo di Santeramo in Colle.

Note: spettatori presenti circa 400 (una quarantina gli ospiti).
Usciti per 5 falli: Masi, Sordi e Persichella.

I risultati completi dell’11^ giornata di ritorno -“C” regionale
BK A. Manfredonia 85 : 69 Cestistica Barletta
New BK 99 Lecce 48 : 82 N. A. San Severo
Valentino Bk Castellaneta 59 : 68 Virtus Ruvo di P.
Cestistica Ostuni 123 : 67 Murgia Santeramo
Diamond Foggia 95 : 83 BK Fasano
Olimpica Cerignola 115 : 55 Assi Bk Brindisi
Angiulli Bari 63 : 95 Udas Cerignola
Invicta Brindisi 84 : 92 Adria Pall. Bari

La classifica dopo 26 giornate (-4 al termine)
1 Udas Cerignola 46
2 Cestistica Ostuni 42
3 Diamond Foggia 38
4 BK Fasano 36
5 Olimpica Cerignola 36
6 Adria Pall. Bari 34
7 N. A. San Severo 34
8 Cestistica Barletta 32
9 BK A. Manfredonia 32
10 Invicta Brindisi 22
11 Valentino Bk Castellaneta 20
12 Virtus Ruvo di P. 18
13 Murgia Santeramo 14
14 Angiulli Bari 10
15 New BK 99 Lecce 2
16 Assi Bk Brindisi 0

ASD DIAMOND BASKET FOGGIA

Potrebbero interessarti:

TAEKWONDO. Maristella Smiraglia capionessa italiana

La Redazione

CUS FOGGIA. Continua il momento no per il rugby

La Redazione

RUGBY. Bilancio amaro per le formazioni del Cus Foggia

La Redazione