18.7 C
Foggia
19 Maggio 2024
Foggia Calcio

2° Divisione/B: la Casertana irrompe sul podio

squadra

Quando le gambe non rispondono come si deve, la determinazione inizia a venire fuori e i risultati sul campo si raggiungono anche grazie a questa dote: molti di quelli dell´ultima giornata di campionato sono arrivati proprio grazie a questa risorsa che gli allenatori non smettono mai di alimentare. Dove non arriva la tecnica c´è la tenacia e l´orlo dei dilettanti fa uscir fuori forze che sembrano misteriose.

I numeri:

Si è segnato tanto in questa quinta giornata del girone di ritorno: 44 reti, con il totale che raggiunge quota 929, sempre indietro rispetto allo scorso campionato, quando si era a 980. Andando a guardare i risultati, tornano di moda gli 0-0 (tre), mentre nel girone A due sole partite sono finite con due o più gol di scarto (il secondo gol del Forlì contro il Bassano è arrivato nel recupero), mentre nel B è l´esatto contrario.

La copertina:

Bisogna fare i complimenti all´Alessandria che batte il Real Vicenza (esonerato nelle ultime ore il tecnico dei vicentini Vittadello, al suo posto Lamberto Zauli) 2-0 e si porta al terzo posto in classifica. Il ruolino di marcia dei grigi nelle ultime cinque settimane è portentoso: quattro successi ed una sconfitta (contro la Torres al novantesimo: 2-1). Mister Luca D´Angelo sta lavorando sulla testa di una rosa che è qualitativamente di un´altra categoria. Cavalli sta dando un contributo enorme alla causa e la doppietta di domenica contro i veneti sancisce l´arrivo dell´armata grigia tra le prime della classe.

Dietro la lavagna:

Ad inizio articolo parlavamo di determinazione e questa è utilizzata in quantità industriali dall´Arzanese. Senza questa dote risulta difficile spiegare il successo per 3-1 contro un Cosenza che non meno di una settimana fa aveva strapazzato per 3-0 la Vigor Lamezia. Rovesci simili in un campionato altamente competitivo come quello di quest´anno sono all´ordine del giorno, però la bussola va sempre tenuta stretta perchè basta un nonnulla per ribaltare la nave.

Girone A:

L´Emilia Romagna fa male al Bassano:

Dopo Ferrara (sponda Spal), è la volta del Forlì a far piangere il Bassano. La squadra di Mario Petrone esce sconfitta dal “Morgagni” e recrimina per l´espulsione del proprio portiere. Forlì che disputa una partita di carattere e si porta a casa tre punti importanti che danno seguito al buon pari di Mantova.

Santarcangelo non sa più vincere:

Contro il Renate fuori casa sono problemi per tutti e bisogna dire che con il senno di poi il punto conquistato dai clementini contro le pantere nerazzurre è da vedere nell´ottica del bicchiere mezzo pieno e non viceversa. I brianzoli le provano tutte per vincere ma è mancato proprio quel pizzico di convinzione per sbancare il campo dei gialloblù. Nota statistica a margine: il Santarcangelo non vince da quattro domeniche e ha incassato un solo gol nelle ultime cinque partite.

Le altre:

Non tragga in inganno il 4-1 del Mantova contro il Bra: la squadra di Daidola vende cara la pelle contro i virgiliani. Colpaccio di giornata ad opera del Castiglione che espugna il “Mazza” di Ferrara e Varricchio ha sui piedi il 2-2 ma lo fallisce dagli undici metri. Colpo esterno anche del Monza al “Neri” contro il Rimini. Romagnoli più di cuore che di testa.

Girone B:

Casertana di forza:

I derby sono sempre partite da giocare con un piglio diverso rispetto alle altre partite e i ragazzi di Ugolotti non si fermano neanche davanti ad un Ischia comunque mai domo. Favetta e Mancino chiudono il match, Cunzi dal dischetto per gli isolani solo per gli almanacchi.

Teramo rialza la testa:

Talmente altalenante questo campionato che i giudizi di sette giorni prima vengono resi obsoleti con un successo come quello del Teramo contro il Gavorrano. Un 3-0 che non ammette repliche e fa sorridere Vincenzo Vivarini. Contro il Tuttocuoio settimana scorsa si era visto davvero un brutto Teramo.

Le altre:

Il Foggia marcia spedito e si riprende con gli interessi quello che ha gettato alle ortiche contro il Melfi: applausi alla banda di Padalino, però i complimenti vanno divisi con gli avversari di giornata (il Tuttocuoio sconfitto 2-1) che dà del filo da torcere ai rossoneri fino alla fine. Nessuno regala niente e l´equilibrio è fonte di interesse. Bene così.

Sempre rimanendo in tema di giudizi sovvertiti nell´arco di una settimana, ecco il Melfi. A Foggia era sotto 2-0 e pareggia con orgoglio e tenacia. Domenica affronta il Chieti e ne prende quattro (1-4 il finale) senza riuscire mai a rimettere in sesto la partita. Doppiette di Guidone e Berardino. Per gli amanti del genere, questi due mettono a segno una rete a testa da veri artisti.

Altro grande gol quello che segna l´Aversa Normanna a Sorrento (0-1 il finale, Simonelli rischia) con Orlando. Il Castel Rigone sconfigge il Poggibonsi 2-1. I toscani non la prendono benissimo e recriminano per l´arbitraggio. Patron Pianigiani pronto ad arrivare a fine stagione, poi si vedrà.

Chiudono: Vigor Lamezia-Martina 0-0; Aprilia-Messina 0-0

Fonte: www.tuttolegapro.com

Potrebbero interessarti:

Foggia Calcio for special conquista la vetta

La Redazione

Foggia, piace Alessandro Potenza

Domenico Carella

COPPA ITALIA. Foggia – Benevento mercoledì 9 Dicembre alle ore 17.30

La Redazione