12.9 C
Foggia
1 Febbraio 2023
Foggia Calcio

Sprecone e impreciso, il Foggia pareggia a Martina

Martina 1

Impreciso e poco cattivo. Il Foggia non va oltre l’uno a uno al Tursi contro il Martina ridotti in dieci uomini dal 38′ del primo tempo. I padroni di casa, nonostante l’inferiorità, non hanno mai dato l’impressione di essere in difficoltà se non nei minuti iniziali del secondo tempo. Pesano come un macigno gli errori di Sciannamè (fallo da rigore evitabile) e il gol divorato dal capitano Agnelli. Così come pesa il giallo rimediato da Giglio per aver calciato in porta a gioco fermo: salterà il big match di San Valentino contro il Messina. Il pareggio, seppur giunto contro una squadra in dieci, permette di allungare la striscia di risultati positivi e di avvicinare ulteriormente la fatidica quota 50, quella della possibile promozione in lega pro unica.

PRIMO TEMPO – Il primo tempo è lento e brutto. I rossoneri provano a fare la partita, il Martina agisce in pieno contropiede. Per vedere il primo tiro in porta bisogna aspettare il 10′ con un radente di Masini parato in due tempi da Narciso. Al 18′ risponde Venitucci con un tiro dai venti metri di poco alto sulla traversa. Arcidiacono si erge a protagonista a cavallo del minuto numero ventisei. Prima cerca il destro di controbalzo dal limite ma incoccia sulla gamba di Pambianchi e guadagna un angolo; poi cerca l’angolo lontano della porta di Narciso ma allarga di poco la mira. Nel finale del primo tempo il Martina rimane in dieci per il secondo giallo sventolato sotto il naso di De Lucia per un duro colpo rifilato ad Agnelli lanciato in contropiede. Napoli si copre e inserisce De Martino al posto dell’attaccante Masini.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa, dopo dieci minuti di vuoto, la partita s’infuoca improvvisamente. Al 13’st Ilari mette al centro un cross sul quale Montalto arriva con un pizzico di ritardo e permette a Loiacono di liberare. Sulla ripartenza Giglio sfodera una bella rovesciata e chiama alla difficile deviazione in angolo. Battuto teso sul primo palo, Sciannamè incorna a colpo sicuro ma la sfera sfila di poco a lato. Il Foggia preme e al 16’st passa in vantaggio: cross da destra di D’Allocco, Leuci si scontra con Giglio in uscita, la palla rimbalza a un metro dalla porta e Colombaretti deve solo spingerla in rete. Il vantaggio dura meno di cinque minuti. Sciannamè atterra Montalto in area (fallo evitabile) e l’arbitro decreta il rigore, trasformato dallo stesso attaccante biancoazzurro. Al 21’st i padroni di casa reclamano anche un secondo rigore per una spinta galeotta di Sciannamè su Ilari ma l’arbitro lascia continuare. Nel finale è il Martina a fare la voce grossa e il Foggia è costretto ad agire in contropiede. Al 42’st sui piedi di Agnelli passa il pallone della vittoria, ma il capitano manda incredibilmente a lato da buona posizione. La gara finisce così, senza ulteriori sussulti. Il Foggia allunga la striscia positiva e si avvicina alla promozione ma al contempo si mangia le mani per l’occasione gettata al vento.

 

TABELLINO
MARTINA –  Leuci, Dispoto (25’st Kalombo), Salustri, De Lucia, Salvatori, Zammuto, Arcidiacono, Gai, Masini (42′ De Martino), Montalto, Ilari (41’st Guadalupi).
A disp.: Modesti, Zampano, Guadalupi, Lescano, Facundo.
All.: Tommaso Napoli
FOGGIA – Narciso, Pambianchi, Sciannamè (36’st Leonetti); Agnelli, Loiacono, Sicurella (15’st Agostinone); Colombaretti, Quinto, Giglio, Venitucci (24’st Kyeremateng), D’Allocco
A disp.: Micale, Savarise, Grea, Forte.
All.: Pasquale Padalino

ARBITRO
MARCATORI – 16 st’ Colombaretti (F), 20’st Montalto (M)
AMMONITI – De Lucia (M), Loiacono (F), Agnelli (F), Giglio (F), Kyeremateng (F), Salustri (M), Montalto (M)
ESPULSI – 38′ De Lucia (M)
ANGOLI – 3-4
RECUPERO
NOTE

Potrebbero interessarti:

Paganese, il punto sull’infermeria in vista del Foggia Calcio

La Redazione

LND: campionato fermo fino al 3 Aprile

La Redazione

Foggia, il tuo tecnico ambito da un’altra squadra di Serie B?

La Redazione