8.8 C
Foggia
3 Febbraio 2023
Blog Numero 4

Foggia gestisciti, per vincere servono nuove energie psicofisiche

PirazziniDI GIANNI PIRAZZINI – Ben ritrovati amici tifosi del nostro Foggia.
Gli errori di superficialità e disattenzione ci hanno puniti severamente nella gara contro il Messina. Questo è un vero peccato, perché per un’inezia si manda all’aria il lavoro di preparazione di un’intera settimana. Sia chiaro, il Messina è una buona squadra, ma il Foggia è stato di molto al di sotto delle aspettative e non solo per l’assenza pesante di Giglio. Certo, c’era Cavallaro, ma non avrebbe di certo potuto vincere la partita da solo. Anzi, il fantasista palermitano va applaudito per il gran gol che ha realizzato venerdì scorso (tirerei le orecchie alla difesa avversaria: a uno come lui non si può lasciare tutto quello spazio). Sembra però evidente la stanchezza denotata da alcuni uomini chiave dell’undici titolare. Sia chiaro, è normale la mancanza di lucidità dopo una stagione condotta a certi ritmi, quindi nessun dramma. Siamo sempre nelle prime quattro e non dobbiamo perdere calma.

MINI CRISI – Il momento no della stagione probabilmente è arrivato. Come ho ribadito più volte in questo blog il Foggia deve saperlo gestire al meglio, magari per uscirne sin da domenica prossima. I ragazzi non devono entrare in paura, nessuna domenica è decisiva per il risultato finale. La squadra deve giocare con tranquillità e dosare le energie in attesa del pieno recupero fisico. Non è necessario vincere ogni domenica a tutti i costi, in certi frangenti un pareggio va benissimo e bisogna sapersi accontentare.

COPERTA CORTA – Tra i fattori che penalizzano il Foggia in questo periodo c’è sicuramente la rosa ristretta. Penso che sarebbe stato molto utile qualche settimana fa buttare in campo i calciatori più giovani o i panchinari, in modo da poterne verificare la loro capacità di inserirsi nell’undici titolare. E’ successo per Zizzari e una colta compreso il suo rendimento non sufficiente è stato ceduto. Al suo posto, però, è arrivato Kyeremateng che per il momento non mi sembra all’altezza di definirsi sostituto di Giglio o Cavallaro.

RESISTERE – Domenica ci sarà la partita contro l’Ischia di Antonio Porta, una brava persona che ho conosciuto qui a Foggia. Troveremo una squadra in buona forma, difficile da affrontare. Sarà importante mettersi alle spalle la sconfitta per cercare di non perdere. Per vincere bisognerà ritrovare le energie psicofisiche.

Il vostro capitano
GIANNI PIRAZZINI

Potrebbero interessarti:

La Fede ritrovata

La Redazione

Dammi il cinque #16

La Redazione

Pasalic – Lapadula, il Milan va. Il Foggia? Bravo Giovannino

La Redazione