8.8 C
Foggia
3 Febbraio 2023
Dirette Foggia Calcio

Il Foggia scappa, il Melfi lo riacciuffa

CurvaIl Foggia stecca contro un Melfi coriaceo e combattivo. Finisce 2-2 allo Zaccheria al termine di un incontro in cui gli ospiti hanno avuto per larghi tratti il centrocampo in mano, forti di un’aggressività e di una caparbietà fuori dal comune. Il Foggia ha avuto la forza e la bravura di portarsi due volte in vantaggio al termine del primo tempo ma di subire, senza colpo ferire, la clamorosa rimonta lucana, frutto di cambi azzeccati del tecnico Bitetto.

PRIMO TEMPO – L’inizio gara riserva subito sorprese. Il Melfi si schiera con un 3-5-2 aggressivo; il Foggia viene sorpreso e fatica a trovare le misure a un avversario determinato e concentrato. Tortori alle spalle di Ricciardo è un’autentica spina nel fianco della difesa, al punto che al 16′ elude l’intervento di D’Angelo e prova il sinistro dal limite. Narciso è attento e para a terra. Il primo brivido della partita corre al minuto numero trenta. Venitucci mette palla a terra con il petto e scarica il sinistro. Perina si allunga e salva con un difficile intervento in due tempi. Lo stesso Venitucci ci riprova quattro minuti più tardi, doppio passo in area e tiro di destro: palla di poco alta. Il Melfi si fa pericoloso al 36′ con Scialpi direttamente da calcio d’angolo. Narciso è costretto a parare in due tempi. La partita si sblocca solo al 41′ con un colpo di testa di Colombaretti, bravo ad anticipare il portiere su punizione di Cavallaro. Il raddoppio arriva al 45′ su sventagliata di Venitucci, bravo ad anticipare in uscita il portiere con un preciso rasoterra nell’angolino basso.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa il Foggia rientra in campo con il 4-3-3. Al 13’st Venitucci sbaglia la misura del tap-in su uscita avventata di Perina. La reazione dei lucani è tutte in un tiro debole al 18′ di Ricciardo. Qualche secondo più tardi Cavallaro costringe il portiere ad uscire sui suoi piedi per evitare la terza marcatura. Bitetto inserisce Marolda e Neglia nel tentativo di sovvertire l’inerzia della gara e ci riesce, anche se i protagonisti del primo gol gialloverde sono altri. Al 24’st Ricciardo mette al centro un cross sul quale D’Angelo è in evidente ritardo e Tortori può colpire senza ostacoli verso la porta. Due a uno. La rimonta si completa alla mezz’ora sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Marolda stacca di testa e incorna alla perfezione sul primo palo. Al 33’st il Foggia prova a reagire con Leonetti, ma il suo piattone sinistro da buona posizione si alza di molto sulla traversa, tra i mugugni del pubblico. Al 42’st lo stesso Leonetti saltando in area di rigore toglie dalla porta (involontariamente) un colpo di testa di Giglio.

TABELLINO
FOGGIA – (3-4-3) – Narciso; Filosa, D’Angelo, Sciannamè; Colombaretti, Quinto, Agnelli, D’Allocco; Venitucci, Giglio, Cavallaro (29’st Leonetti).
A disp.: Micale, Loiacono, Grea, Forte, Sicurella, Curcio.
All.: Pasquale Padalino
MELFI – (3-5-2) – Perina; Cascone, Dermaku, Cardinale; Annoni, Cuomo (16’st Marolda), Scialpi (29’st Cardore), Muratore, Pinna (16’st Neglia); Ricciardo, Tortori.
A disp.: Giordano, Esposito, Montenegro, Russo.
All.: Dino Bitetto
ARBITRO – Guccini di Albano Laziale (Della Vecchia di Avellino – Scarica di Castellammare di Stabia)
MARCATORI – 41′ Colombaretti (F), 45′ Quinto (F), 24’st Tortori (M), 30’st Marolda (M)
AMMONITI – 4’st Agnelli (F) 8’st Quinto (F)
ESPULSI
ANGOLI – 1-3
RECUPERO – 0’pt-2’st

Potrebbero interessarti:

Padalino: “Il rigore parato ha un significato particolare”

Domenico Carella

Franco Ordine: “Il Foggia ha un grande centravanti ma per la promozione…”

Domenico Carella

TMW – Il Foggia Calcio su un centrocampista dell’Atalanta

La Redazione