21 C
Foggia
26 Maggio 2024
Blog Numero 4

Foggia – Teramo è super sfida, ma se Cavallaro…

Pirazzini Michelotti
Pirazzini e Rivera si scambiano i gagliardetti sotto lo sguardo di Michellotti


DI GIANNI PIRAZZINI – Ben ritrovati amici tifosi del nostro Foggia. Vi scrivo dopo la gara Aprilia – Foggia, un pareggio utile a proseguire nel cammino intrapreso verso il raggiungimento della Lega Pro unica. Quando un pallone come quello tirato da Montella al 90° va a sbattere sul palo significa che questo può essere davvero il tuo anno fortunato. Ma sulle possibilità del Foggia non ho mai avuto dubbi e mai li avrò, ci sono ben otto posti disponibili per tagliare il traguardo. Il discorso cambia, invece, se si pensa al primo posto, verso il quale il cammino è più difficile. Ma torniamo a parlare della gara di Aprilia.

NOTE NEGATIVE – Non è stata una bella prestazione, soprattutto nel secondo tempo, quando abbiamo tirato poco o niente in porta. Giglio mi è sembrato troppo isolato in attacco e Cavallaro non lo ha aiutato perché lontano dal suo rendimento standard. Colombaretti non ha giocato come sa, anzi, certe volte sembrava nascondersi in campo, sicuramente perché gli mancano i novanta minuti nelle gambe (anche perché la qualità di uno come lui non si discute).

NOTE POSITIVE – Ma una piccola flessione ci sta, soprattutto al rientro dopo le vacanze natalizie. Nonostante le difficoltà, però, il Foggia ha lottato ed è questo il punto dal quale bisogna ripartire. Mi è piaciuto anche Agnelli, finalmente capace di gestire al meglio le sue energie, forse complice l’assenza di Quinto. Con lui in campo il capitano ha un compito più gravoso a cui adempiere.

BIG MATCH – Domenica arriva allo Zaccheria il Teramo nella gara di cartello della seconda di ritorno. Vedo i rossoneri avvantaggiati per il fattore campo, forti dell’aiuto del pubblico. Proprio in questa ottica il Teramo affronterà la gara con un atteggiamento più accorto ma il Foggia non deve sbilanciarsi per cercare il gol subito a tutti i costi perché potrebbe rischiare il contropiede. Anche perché dietro abbiamo qualche difficoltà di troppo. Anche ad Aprilia abbiamo commesso molti errori in fase difensiva ma non siamo stati castigati; Dimas, però, non credo sarà in vena di regali… Natale è già passato. La difesa dev’essere più grintosa e dura.

GOL – Foggia – Teramo è anche la sfida tra due dei migliori attacchi del girone. Da un lato Giglio e Cavallaro, dall’altro Dimas e Sassano. Sarà sicuramente uno spettacolo per gli amanti del calcio offensivo ma se Cavallaro sarà in buone condizioni fisiche il Foggia potrà puntare tranquillamente alla vittoria. La chiave per portare a casa i tre punti sarà il cervello. Non bisogna avere frenesia di vincere o di segnare nei primi minuti, ma allo stesso tempo si deve far capire al Teramo sin da subito che sarà per loro una gara difficile. Non bisogna avere paura, neanche della 1° in classifica, noi siamo il Foggia.

Il vostro capitano
GIANNI PIRAZZINI

Potrebbero interessarti:

Che Foggia ragazzi!

Domenico Carella

I voti del week-end sportivo ed “Una Buona Parola per Tutti”

La Redazione

E se fosse un Cosenza ragioniere?

Domenico Carella