37.3 C
Foggia
18 Luglio 2024
Serie B

VIGOR LAMEZIA – COSENZA: la partita della domenica

Tra i tanti incontri che il campionato di Lega Pro offre domenica, il più interessante della 4^ giornata si gioca a Lamezia, allo stadio “Guido D’Ippolito” dove la Vigor Lamezia di mister Massimo Costantino affronta i cugini del Cosenza, diretti da Roberto Cappellacci. Derby che torna dopo quattro anni: campionato 2008/09, successo dei lupi della Sila per 2-0: a segno andarono Mortelliti e Catania. Quell’anno il Cosenza andò in Prima Divisione e la Vigor retrocesse. Mentre se vogliamo cercare l’ultimo successo dei biancoverdi bisogna tornare indietro di nove anni: 8 febbraio 2004 con i lametini che si impongono con il punteggio di 3-1 sul neutro di Crotone (Vantaggiato per il Cosenza, doppietta di Alessandrì e gol di Vanzetto per i biancoverdi). La sfida di quest’anno vede la Vigor Lamezia al primo posto a punteggio pieno, frutto di tre vittorie consecutive e il miglior attacco (insieme al Melfi) del girone: sei gol fatti e due incassati (entrambi alla prima giornata a Sorrento). Nettamente in controtendenza rispetto alla scorsa stagione dove i ragazzi di mister Costantino dopo tre turni avevano segnato la miseria di una sola rete (De Luca) e in classifica avevano collezionato tre punti (frutto di altrettanti pareggi). La Vigor è compagine che sfrutta parecchio i minuti a cavallo tra il riposo e il fine partita per andare a segno. Sulle sei segnature, ben tre sono arrivate in questo lasso di tempo: Mangiapane all’84’ a Sorrento, Del Sante al 44′ e Zampaglione all’85’ a Foggia domenica scorsa. Il Cosenza, ripescato nei primi giorni di agosto, dopo un avvio zoppicante nella Coppa Italia di Lega Pro (0-2 interno contro l’Ischia e 0-0 contro il Sorrento in trasferta), derivato da una squadra ancora incompleta, sta recuperando il tempo perduto e nei tre turni di campionato è sempre andato a segno. Almeno sotto questo aspetto Cappellacci può ritenersi soddisfatto. Dopo il 2-1 contro il Tuttocuoio dell’esordio, arriva il successo al “Pinto” contro la Casertana grazie ad un gol di De Angelis nel recupero. Domenica scorsa (15 settembre) c’è stato un mezzo passo falso al “San Vito” contro il Sorrento (1-1) con Mosciaro che si porta sulla coscienza un calcio di rigore calciato male e ben parato da Giuseppe Polizzi, portiere dei rossoneri campani. Cosenza che ha incassato gli stessi gol della Vigor Lamezia: 2. Solo attaccanti a segno per i rossoblù (due reti di De Angelis, uno a testa Alessandro e Calderini), mentre varia maggiormente il suo parco giocatori a segno la Vigor Lamezia: top scorer è Domenico Zampaglione con tre gol (ad una rete dal suo record in carriera stabilito lo scorso campionato), poi Del Sante, Mangiapane e Padulano (classe 1994) con una sola marcatura. In conclusione: sulla panchina della squadra biancoverde ci sarà Massimo Costantino, nato a Milano l’11 settembre 1973, mentre su quella rossoblù ci sarà Roberto Cappellacci nato a Giulianova il 7 novembre 1966. Posato e attento all’immagine Costantino, più sobrio e casual Cappellacci. Arbitro dell’incontro il signor Manuele Verdenelli di Foligno. Probabili protagonisti: Stefano Del Sante (Vigor Lamezia) – Jonathan Alessandro (Cosenza)

fonte: tuttolegapro

Potrebbero interessarti:

Salernitana, Pasquale Foggia nel mirino della Juve Stabia

La Redazione

Avellino, a breve l’incontro definitivo Taccone-D’Agostino. Domani sarà il giorno di Novellino

La Redazione

F. Andria, Torrente si allontana. Contatti con Gautieri

La Redazione