36.7 C
Foggia
15 Luglio 2024
Foggia Calcio

Masi: “Adesso serve l’apporto di altri imprenditori”

Masi – «Possiamo liberare finalmente la gioia. L’abbiamo tenuta chiusa nel cassetto in questi giorni. Per noi è una grande soddisfazione. Vediamo ripagati i sacrifici che abbiamo fatto con molta convinzione. Si tratta di una gratificazione per la società. Voglio dire grazie ai tifosi ed in particolare al comitato “Mission Lega Pro”. Ha sensibilizzato i tifosi e le imprese, ha esaminato le procedure per essere burocraticamente pronti entro i conti. Ringrazio Mangano e il sindaco Mongelli. Ringrazio anche i tifosi che hanno messo di tasca loro semplici venti euro. Si tratta di un gesto di una generosità unica che rispecchia una fede rossonera inconfutabile. La società in questi giorni ricambierà in qualche modo la loro disponibilità. Presto vi diremo come. Forse con una maggiore sensibilità da parte di qualcuno la risposta sarebbe stata migliore, ma non importa. Ora abbiamo bisogno di nuove sinergie. Come ha già detto Franco Lo Campo da soli potevamo fare solo quello che abbiamo fatto. Per gestire questo campionato serviranno altre persone. L’impegno è oneroso. Non abbiamo le disponibilità finanziare per sostenere un campionato impegnativo. Per rimanere in C unica dobbiamo allestire una squadra molto competitiva. Servirà l’apporto di altri»

Lo Campo: «Serve l’aiuto di altri. Servono altri 4-5 innesti in squadra e servono i soldi. Qualcuno ci deve aiutare altrimenti si rischia di scendere nuovamente. Noi vogliamo rimanere nella C unica ma serve linfa nuova. Voglio ringraziare i tifosi. Senza di loro e della loro somma non ci sarebbe stata possibilità di sottoscrivere la fidejussione. Dopo il ripescaggio ci aspettiamo l’apporto di qualcuno. In questa città non c’è più niente, se togliamo il calcio non abbiamo più riferimenti. Il calcio dev’essere il volano della città. A Foggia stiamo morendo, non lasciamo morire anche il calcio. Io ho tirato fuori quello che potevo, eppure sono un imprenditore che fa piccoli lavoretti. Figurati se non lo possono fare adesso i grandi imprenditori della società. Cambierà qualcosa in società? Ma il presidente rimarrà Pelusi. In un primo momento ero convinto di far ricoprire il ruolo a mio figlio ma poi ho capito che avrebbe sottratto troppo tempo al lavoro. Non me la sono sentita di dire certe cose a Davide».

Masi: «E’ aperto un confronto in società. Andremo avanti con serietà e compattezza, queste problematiche vengono affrontate in completa armonia. Lavori dello stadio? Il sindaco Gianni Mongelli è stato sollecitato. Il ripescaggio porta con sé una serie di oneri. Il primo è l’istituzione di una sala del G.O.S.. Dobbiamo muoverci con celerità, non c’è più tempo da perdere. Il Comune deve iniziare i lavori e dimostrare alla Lega che si sta provvedendo agli adempimenti».

Lo Campo: «I lavori sono già stati determinati e conteggiati, in Curva e in Tribuna. Però sono fermi al bilancio per essere finanziati. I lavori non si possono fare fino a quando non ci sarà questo passaggio. Subito dopo verrà fatta una gara d’appalto urgente e in 5 giorni potrebbe essere tutto pronto. Ma se non ci sarà il finanziamento…»

Masi: «Sono stati sottoscritti circa 500 abbonamenti. Adesso ci sarà un aumento dei prezzi ma attendiamo i macchinari dalla Lega Pro, perché servirà anche la tessera del tifoso».

Amodeo: «La squadra va necessariamente rafforzata al di là dei nuovi ingressi. Di Bari è operativo sul mercato».

Potrebbero interessarti:

Lecce, Pacilli: “Foggia Calcio importante? Tutte le gare lo sono”

La Redazione

Foggia – Vigor Lamezia sabato 14 ore 16:00

La Redazione

Benevento, Auteri: “Il Foggia Calcio è più continuo nel gioco ma noi…”

La Redazione