39 C
Foggia
15 Luglio 2024
Serie B

CASERTANA: Accardi, “Fase di valutazione, ma fiducia in Capuano”

Non corre pericoli la panchina di Eziolino Capuano alla Casertana. Si prosegue col trainer salernitano con un occhio vigile al mercato, dal quale si attingerà con qualche innesto prima della chiusura settembrina. A confermarlo a TMW è il ds rossoblù, Guglielmo Accardi: “Il presidente Lombardi è stato chiaro: si va avanti con Capuano – premette -. Del resto sarebbe assurdo mettere tutto in discussione 15 giorni prima dell’inizio del campionato. Questa è una fase di rodaggio. La posizione del tecnico non è oggetto di dubbi, non so come possa essere uscita fuori questa voce”.

Avete intenzione di intervenire ancora sulla rosa?
“Sono settimane di valutazione. Stiamo analizzando tutto l’organico a nostra disposizione, questo periodo ci serve per capire”.

Si è parlato in questi giorni di Catania e Bottone. E poi c’è il vecchio pallino Di Bari.
“Smentisco interessamenti per i primi due. Con Di Bari la trattativa prosegue, vedremo. Ma valutiamo tanti nomi. E, se dovesse rendersi necessario, interverremo ancora con giocatori utili. Ma sempre partendo da un’analisi incrociata con le forze di cui già disponiamo ora. Non c’è fretta, manca ancora tanto alla fine del mercato. In questi giorni dobbiamo solo studiare le nostre potenzialità”.

Sembra imminente l’approvazione del criterio dell’età media per i campionati di Lega Pro. Lei che opinione si è fatta a tal proposito?
“Aspettiamo ancora una comunicazione ufficiale in merito, ma mi pare che ci sia una forzatura dietro queste scelte, in D come in Lega Pro. Il giovane è una risorsa se davvero apporta una crescita tecnica alla squadra. Per questo ritengo che si debba lasciare autonomia alle società nella costruzione delle rose”.

fonte: tuttomercatoweb

Potrebbero interessarti:

Lecce, Braglia: “Siamo nei play-off, non capisco il disfattismo”

La Redazione

COSENZA: insuperabile su azione

La Redazione

Vigor Lamezia, Piacenti a tutto tondo: “Il derby contro il Catanzaro è una partita che vorrebbero giocare tutti. Un sogno? Parare un rigore a…”

La Redazione