24.9 C
Foggia
15 Luglio 2024
Foggia Calcio

Albertini: “La Figc è per la qualità, non per la quantità. In Lega Pro i giovani vengono illusi”

 

albertini“Macalli sta facendo tante cose per il calcio italiano, ma sui giovani non siamo concordi. I ragazzi vanno usati e non sfruttati. Il nostro movimento non ha bisogno di questi scontri fra dirigenti, l’ha ripetuto tante volte anche il neo-presidente del Coni. Va ricordato a Macalli e tutta la Lega Pro che stiamo parlando di professionismo: il professionismo non si fa con la quantità, ma con la qualità. Il livello della Prima e della Seconda Divisione con questi obblighi e regolamenti imposti si è abbassato sensibilmente. Molti ragazzi e calciatori terminano le loro carriere a 23-24 anni. Non bisogna considerare i calciatori giovani solo come espressione di mercato. Se penso al passo e lo dice uno dei più giovani in Consiglio Federale, una volta i bilanci si facevano costruendo e valorizzando giocatori dal settore giovanile. Penso alla Cremonese, tanto cara al presidente Macalli, dei Vialli, Bonomi, Marcolin e Favalli. Oggi con questi indirizzi politici si vuole far guadagnare le società solo comprando e non vendendo. Non si parla più di valore in campo, si parla solo di età. La protesta arriva anche da molti calciatori che attualmente rientrano nei parametri dell’età-media. Non vedo motivo perchè non si possa scendere in campo in base ai valori e non alle calcolatrici. Il presidente Mario Macalli ha ricordato più volte le riforme dei campionati: si è cercato di fare un percorso tutti insieme, ovvero Lega Pro, Associazione Italiana Calciatori e Federazione. Personalmente ho altre visioni: più sportive e di campo. Credo che i bilanci si facciano con la qualità in campo, più che l’età media e le calcolatrici. Giovani col Suv nei ritiri? Una delle mie preoccupazioni è quella di educare i giovani, più che i presidenti. Pensare di illudere tanti ragazzi fino ai 24-25 anni, facendo credere loro di poter fare i calciatori e poi lasciarli a piedi è un errore. Si può fare il calciatore in tutte le categorie con la medesima dignità. La battaglia che portiamo avanti è la meritocrazia”. Così il Vicepresidente della FIGC Demetrio Albertini in esclusiva ad Aspettando il calciomercato su Sportitalia in merito agli attacchi ricevuti dal presidente della Lega Pro Mario Macalli.

fonte: tuttolegapro

Potrebbero interessarti:

Oggi allenamento a porte chiuse

La Redazione

Foggia Calcio, piace De Paoli

Domenico Carella

Foggia Calcio, Stroppa in conferenza

La Redazione