10 C
Foggia
19 Gennaio 2022
Serie B

Il Cosenza sul caso Bergamini: “Giustizia e verità per Denis”

Ad oltre 25 anni dalla morte, c’è ancora mistero attorno alla tragica fine di Denis Bergamini, allora calciatore del Cosenza. La squadra calabrese, attraverso la propria pagina Facebook, ha pubblicato una foto del calciatore, con la frase “Giustizia e verità per Denis”. Bergamini morì in circostanze mai chiarite il 18 novembre 1989, sulla statale 106, all’altezza di Roseto Capo Spulico, in provincia di Cosenza.

Il giudice per l’udienza preliminare di Castrovillari, Annamaria Grimaldi, si è riservata la decisione sull’opposizione alla richiesta di archiviazione presentata dai legali della famiglia Bergamini, in contrasto con quanto invece fatto dalla Procura. Quest’ultima, hanno affermato gli avvocati, si è opposta all’istanza per effettuare nuovi esami medico-legali, che fugherebbero ogni dubbio circa la morte di Bergamini. Non è mai stato chiarito al di là di ogni dubbio se il calciatore fosse già morte nel momento in cui fu schiacciato dalle ruote di un camion. Ricordiamo che gli unici indagati per il presunto omicidio furono l’autista del mezzo pesante e l’ex fidanzata di Bergamini.

“Se il giudice dovesse accogliere la richiesta di archiviazione – ha dichiarato l’avvocato Fabio Anselmo, così come riportato da QuiCosenza.it – continueremo in autonomia a fare gli accertamenti che abbiamo richiesto, cioè le indagini immunoistochimiche sui preparati in formalina dei resti del povero Denis che possono datare le lesioni e la tac tridimensionale, riesumando il corpo. Elementi che potrebbero togliere ogni dubbio sulla vitalità o meno delle lesioni. Ma ci sono anche altri elementi quali il sormontamento lento descritto dai consulenti del pm e dai ris, secondo i quali le modalità non coinciderebbero con un impatto accidentale. Questo caso merita di essere trattato in dibattimento e se così non fosse si potrebbe parlare di negata giustizia”.

fonte: tuttolegapro

Potrebbero interessarti:

Messina, Bertotto: “Contento della prestazione dei miei. Musacci? E’ un ragazzo interessante”

La Redazione

Matera, Aprile: “Con la Juve Stabia gara difficile ma possiamo dire la nostra”

La Redazione

Pres. Melfi: “Noi un miracolo calcistico, ma non frutto del caso”

La Redazione